L'insostenibile leggerezza della ripresa

Tra gli scampati pericoli europei e la confusione delle istituzioni USA.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-05-2017]

average

La ripresa che tutti vedono all'orizzonte deve ancora dimostrare la sua sostenibilità: una ripresa degli investimenti sembra plausibile ma, in un'ottica globale, sono i consumi a doversi far carico di prolungare la vita del ciclo economico. L'attuale contraddizione tra dati previsivi, molto positivi, e dati reali, nuovamente in flessione, desta qualche sospetto.

Proviamo a delineare il quadro delle prossime evoluzioni macroeconomiche: da un lato Trump - una minaccia più di facciata che reale data la difficile attuazione nell'immediato delle politiche programmate; dall'altro una Fed che confonde il mercato con comunicazioni poco chiare. Infine l'Europa, che deve mantenere la tutela offerta dalla BCE per non frammentarsi finanziariamente, mentre la politica potrebbe ritrovare l'iniziativa per riprendere il processo di integrazione.

Il Pil globale: illusione o realtà?

Dove ci troviamo dal punto di vista della crescita? Secondo Pictet Asset Management gli Usa cresceranno del 2,3%, mentre la crescita mondiale si attesta al 3% divisa tra il 4,4% degli emerging e l'1,9% del mondo sviluppato. La novità è che le economie sviluppate sono abbastanza sincrone e che, per la prima volta da un po' di tempo, crescono più del potenziale (anche a causa del ridimensionamento di quest'ultimo).

Diversa la situazione per le economie emergenti, che sono in recupero ma ancora sotto il potenziale. Il caveat che va posto immediatamente quando si guardano questi dati incoraggianti sulla congiuntura è che, per essere convincente, la ripresa deve colmare la discrepanza tra dati dei sondaggi e dati reali.

La produzione industriale ha fatto buoni progressi restando tuttavia distante dal tenore dei sondaggi. Ha inoltre mostrato di recente un assestamento se non una flessione, mentre i dati previsivi rimangono robusti.

Si tratta forse di ipnosi?

Sondaggio
In quale di questi campi necessiti di maggiore aiuto per il tuo business online personale o aziendale?
SEO, ranking e analytics.
Link Html, generazione sitemap, metatag e generazione QR Code.
Logo, foto, grafica e temi.
Progettazione del sito e organizzazione.
Normativa fiscale.
Soluzioni di pagamento, Paypal e Google Merchant.
Business plan.
Creazione del negozio virtuale o dell'app.
Pagina Facebook collegata.
Pagine di affiliazione.

Mostra i risultati (377 voti)
Leggi i commenti (2)

È evidente che ci sia un circolo virtuoso tra dati previsivi, aspettative, legate per esempio alla nuova politica americana, e alcune variabili macro che per un po' si auto-alimenta. In particolare, per la prima volta dopo diversi anni la ripresa economica sta interessando la crescita degli investimenti. Tuttavia, che la crescita sia sostenibile a valere sugli investimenti non è un fatto scontato.

I capex riprendono quando l'obsolescenza del capitale lo richiede, ma gli investimenti da soli non possono fare da driver principale della ripresa in un'epoca in cui i cicli sono ridotti. La variabile cruciale è rappresentata dalla domanda finale per consumi, senza i quali la ripresa è solo una fiammata destinata a spegnersi.

Sulla ripresa dei consumi globali, tuttavia, incombe una minaccia secolare rappresentata dalla (desiderabile e utile) innovazione tecnologica, globalizzazione e cambiamenti demografici che sollecitano duramente la capacità di pianificazione (recupero sociale della forza lavoro, politiche redistributive che compensino le crescenti disuguaglianze distributive etc.) delle amministrazioni pubbliche, in particolare quelle democratiche che hanno orizzonti politici inferiori a quelli necessari per affrontare questi temi. Prova ne sia la resistenza della propensione al risparmio globale a dispetto degli abbondanti misure volte a stimolare la domanda interna.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Rischi protezionismo e inflazione? Sotto controllo

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

@Roberto1960 Certo che lo step 2 è necessario, ritenevo solo utile precisare, in aggiunta alle tue considerazioni, che, in effetti, è già iniziato e di esempi reali ce ne sono diversi e ben identificabili. Sono invece piuttosto dubbioso sul fatto che: Poiché la castrazione mentale dei popoli è già sufficientemente avanzata da evitarlo... Leggi tutto
14-6-2017 18:57

Ma sai, Gladiator, quello che tu chiami step 2, che io chiamo "castrazione dello Stato", ovvero l'eliminazione di tutti gli strumenti di intervento dello Stato nell'Economia, è un passo necessario. A lungo andare diventa sempre più evidente che il sistema è parassitario e prima o poi, anche sotto la pressione dei popoli che... Leggi tutto
14-6-2017 08:39

Direi che quanto affermi è evidente oramai da anni se lo si vuole vedere... Anzi siamo già arrivati allo step 2 che va oltre la speculazione sui debiti sovrani ovvero l'usura legalizzata ai danni dei popoli, ma mette nelle mani di questi soggetti direttamente il controllo dei governi, prima quelli dei paesi più deboli (Grecia Italia... Leggi tutto
12-6-2017 19:03

Sì, questa è una delle frasi più ricorrenti nello stupidario economico. Ora io mi chiedo: perché se stampo, per dire, 10 miliardi di euro faccio inflazione e invece se me li faccio prestare da una banca straniera questo non accade? Si tratta in entrambi i casi di iniezione nell'economia nazionale di nuovo denaro, quindi non si vede il... Leggi tutto
8-6-2017 06:27

@Roberto1960: tra l'altro, in genere si sostiene che "stampare denaro fresco comporta un aumento dell'inflazione"; sono fermamente convinto che questa "regola" non abbia più senso dal momento in cui tutte le monete non rappresentano più il controvalore delle riserve auree delle nazioni. Prima di allora, era... Leggi tutto
7-6-2017 14:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il client torrent che utilizzi di più?
µTorrent
Vuze
Opera
Transmission
BitTorrent
Ktorrent
Shareaza
Tixati
MediaGet
qBittorrent
Deluge

Mostra i risultati (2654 voti)
Ottobre 2019
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
Tutti gli Arretrati


web metrics