Il caso Fincantieri farà saltare l'affare Tim-Orange

Curioso il silenzio di Matteo Renzi sulla vicenda Tim. L'ex premier aveva già dato il proprio assenso alla Francia?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-07-2017]

orange tim

È vero che quand'era premier, Matteo Renzi aveva sostenuto che il suo governo non si sarebbe opposto a una possibile cessione di Tim da parte dei francesi di Vivendi ai francesi di Orange?

È possibile, visto che il suo disinteresse per Tim si era già concretizzato fino al punto di buttare Enel, il maggiore gestore elettrico italiano ancora controllato dallo Stato, in un'operazione di cablatura del Paese estranea al suo core business.

E pensare che tutto ciò aveva avuto luogo proprio dopo che Enel, per decisione dello stesso centrosinistra, era uscito dalle Telco cedendo Wind e Infostrada le quali, tempo prima, avevano assorbito la rete in banda larga delle Ferrovie dello Stato.

Quindi, dopo aver acquisito anche Metroweb con i soldi della Cassa Depositi e Prestiti, per Renzi Orange avrebbe potuto benissimo intestarsi tutta Tim.

Ora però è arrivato Macron, già ministro dell'Economia di Hollande e quindi al corrente dei vociferati accordi tra Holland stesso e Renzi, a mandare a monte l'espansione dell'italiana Fincantieri nel settore della cantieristica francese: un intervento tanto deciso da riportare in auge le nazionalizzazioni.

Sondaggio
Hai cambiato fornitore di banda larga (ADSL o fibra ottica) negli ultimi 5 anni?
Sì, una volta
Sì, più di una volta
No, ma lo farò nei prossimi 12 mesi
No, e non lo voglio fare

Mostra i risultati (861 voti)
Leggi i commenti (5)

Se Orange, che è già controllata dallo Stato francese, entrasse in Tim, in sostanza cederemmo alla Francia anche la rete telefonica italiana fissa in rame e gran parte di quella in fibra ottica già posata.

Si comincia quindi a intuire il motivo del curioso silenzio attuale di Renzi sulla vicenda Tim, liquidazione miliardaria di Cattaneo compresa.

Se tra Renzi e Holland esisteva un accordo, Macron lo ha già revocato e il Pd, principale azionista del governo Gentioni, ora deve prendere decisioni importanti sul futuro di Tim; decisioni che escludano l'arrivo di Orange.

Ma il tempo per prenderle è poco.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (3)

Macron salvaguarda gli interessi della Francia, Renzi non è capace di salvaguardare nemmeno i propri figuriamoci quelli dell'Italia. :roll: Con ogni probabilità la mossa su stx con favoreggiamento verso fincantieri era propedeutica alla rinazionalizzazione degli stessi con prezzo al ribasso e, ovviamente, gli italiani ci sono cascati.... Leggi tutto
11-8-2017 16:11

{glung}
Macron, come la maggior parte dei politici, è uno psicopatico, e non ha vergogna a fare niente, semplicemente perché gli psicopatici sono così; anche Renzi è dello stesso stampo, ovviamente. Detto questo, l'italia è un paese sempre più isolato, sempre più dipendente dalle scelte... Leggi tutto
1-8-2017 21:06

{utente anonimo}
ma se Macron era ministro dell'economia sotto Hollande, allora è stato lui a favorire la vendita di stx dai coreani a fincantieri? Ora fa inversione a U senza vergogna?
1-8-2017 11:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1592 voti)
Ottobre 2017
Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Il caso dell'iPhone 8 che si gonfia mentre è in carica
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
La falla in Windows Defender che a Microsoft non interessa
Con un salto quantico, Firefox diventa più veloce di Chrome
Settembre 2017
Internet Explorer spiffera quel che digitiamo nella barra
Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
Tutti gli Arretrati


web metrics