Falla in Instagram, rubati i numeri di telefono delle star

Il social network ammette: qualcuno ha sottratto i dati personali dei personaggi famosi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-09-2017]

instagram hacked

Se cercate il numero di cellulare o l'email personale di qualche personaggio famoso, iniziate a setacciare il deep web.

Instagram ha confermato che alcuni hacker sconosciuti hanno sfruttato un bug presente nei suoi server e, grazie a esso, sono riusciti a sottrarre i dati personali di molti utenti celebri, tra cui appunto il numero di telefono e l'indirizzo email.

La notizia s'è diffusa quando Kaspersky ha notato che gli utenti di certi forum affermavano di possedere e poter divulgare i dettagli personali di diverse celebrità, e in seguito Instagram stessa ha dovuto ammettere che qualcosa era successo.

«Abbiamo scoperto di recente che uno o più individui hanno ottenuto accesso illegale a una certa quantità di informazioni relative a utenti Instagram di alto profilo sfruttando un bug in una Api di Instagram» ha dichiarato un portavoce dell'azienda alla Cnn.

Tra i dati sottratti non ci sono le password degli account: da questo punto di vista, chi possiede un account su Instagram può stare relativamente sicuro.

Sondaggio
Hai cambiato fornitore di banda larga (ADSL o fibra ottica) negli ultimi 5 anni?
Sì, una volta
Sì, più di una volta
No, ma lo farò nei prossimi 12 mesi
No, e non lo voglio fare

Mostra i risultati (1024 voti)
Leggi i commenti (5)

Resta comunque il pericolo derivante dal fatto che, possedendo indirizzo email e numero di telefono, è facile incrociare i dati e avere potenzialmente accesso a tutta una serie di altri servizi Internet facenti capo a quel particolare utente.

Instagram non ha ancora fatto sapere se la falla sia stata corretta, ma s'è premurata di invitare i suoi 700 milioni a stare «più attenti del solito» nel caso ricevano chiamate, email o messaggi imprevisti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Criminali informatici comunicano attraverso l'account Instagram di Britney Spears
Instagram attiva l'autenticazione a due fattori per tutti
Quanto guadagna una celebrità da una foto su Instagram o Twitter? Tanto

Commenti all'articolo (2)

Se gli utenti cominciassero a chiudere i propri profili e a disertare in massa questi baracconi pieni di falle forse i loro gestori sarebbero indotti a fare qualcosa, finché gli utenti continuano a belare come pecore e basta i gestori potranno continuare con il loro pressapochismo e fregandosene dei diritti degli utenti stessi.
3-9-2017 17:04

{sarralbe}
"...e in seguito Instagram stessa ha dovuto ammettere che qualcosa era successo". In seguito?! "Instagram non ha ancora fatto sapere se la falla sia stata corretta, ma s'è premurata....". Premurata?! E' vero che ormai viviamo in una idiocrazia, ma nemmeno un po' di rispetto per gli utenti, e... Leggi tutto
1-9-2017 20:00

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (313 voti)
Febbraio 2018
Google elimina il pulsante Vedi Immagine per compiacere i signori del copyright
Fbi, Cia e Nsa: Non usate gli smartphone di Huawei e Zte
È arrivato LibreOffice 6.0 (ora 6.0.1)
Alla ricerca dei futuri signori dell'acqua
Telemarketing e registro delle opposizioni, le novità in arrivo
Schede video, le criptovalute fanno schizzare il prezzo alle stelle
Tim, lo scorporo della rete è imminente ma minaccia la trattativa per gli esuberi
Per il ''dilemma'' delle password esiste una terza opzione
La lavatrice che fa il bucato in cinque minuti netti, senza elettricità
Office 2019 sarà l'ultima versione e non funzionerà su Windows 7 e 8.1
Sorveglianza approfondita e non consensuale
L'app per il fitness svela le basi militari segrete in tutto il mondo
Gennaio 2018
Meno del 10% degli utenti Gmail usa l'antifurto gratuito offerto da Google
Windows 10 diventa Polaris: modulare e leggerissimo, ma non retro compatibile
''L'iPhone X è un flop e Apple lo cancellerà entro l'estate''
Tutti gli Arretrati


web metrics