Conclusa l'inchiesta sull'incidente di guida ''autonoma'' di Tesla



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-09-2017]

tesla first fatality joshua brown autopilot crash

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Pubblicate le linee guida USA per auto autonome

Insieme al rapporto del Dipartimento dei Trasporti USA è arrivato anche il rapporto sul tristemente famoso primo incidente mortale di guida "autonoma" avvenuto in Florida a maggio del 2016, nel quale Joshua Brown, conducente di una Tesla, ha perso la vita quando un autoarticolato ha attraversato la superstrada sulla quale Brown procedeva a 136 km/h e gli ha letteralmente bloccato la strada mentre stava usando le funzioni assistite di mantenimento di corsia (Autosteer) e di controllo della velocità (Traffic Aware Cruise Control). L'auto è passata sotto l'automezzo, che ne ha tranciato il tetto, uccidendo sul colpo il conducente.

All'epoca erano circolate voci di ogni genere ed era stata messa in dubbio la reale efficacia dei sistemi di guida assistita che non avevano "visto" l'intera fiancata di un autoarticolato e non erano intervenuti nemmeno per tentare una frenata disperata.

Ma la sintesi del rapporto del National Transportation Safety Board (NTSB) chiarisce che i sistemi di bordo hanno agito correttamente nei limiti delle loro capacità: non potevano rilevare l'ostacolo e quindi non sono intervenuti. Cito: "Tesla's automated vehicle control system was not designed to, and did not, identify the truck crossing the car's path or recognize the impending crash; consequently, the Autopilot system did not reduce the car's velocity, the forward collision warning system did not provide an alert, and the automatic emergency braking did not activate".

Il rapporto nota anche che "le abitudini di utilizzo, da parte del conducente della Tesla, del sistema Autopilot indicano un eccesso di affidamento all'automazione e una mancanza di comprensione dei limiti del sistema" ("The Tesla driver's pattern of use of the Autopilot system indicated an over-reliance on the automation and a lack of understanding of the system limitations."). Brown aveva toccato il volante solo per 25 secondi negli ultimi 37 minuti e la visibilità del luogo dell'incidente gli avrebbe consentito di intervenire manualmente se fosse stato normalmente attento ("There was sufficient sight distance to afford time for either the truck driver or the car driver to have acted to prevent the crash"), ma non ha neanche toccato il pedale del freno: lo sappiamo dalla telemetria dettagliata che caratterizza queste automobili e che si sta rivelando estremamente preziosa nella ricostruzione della dinamica di questo genere di eventi.

Sondaggio
I cartelli di avviso inducono gli automobilisti a manovre di emergenza, frenando di colpo per poi accelerare nuovamente una volta passato l'autovelox. È allo studio un progetto di rimuovere tutte le segnalazioni anche da app e navigatori: sei d'accordo?
Sì, le strade saranno più sicure
No, servirà solo ad aumentare le multe

Mostra i risultati (2077 voti)
Leggi i commenti (16)

La colpa è sia del guidatore, sia del sistema di assistenza (nel modo in cui dialoga con il conducente). insomma: "Se i sistemi di controllo automatico dei veicoli non limitano automaticamente il proprio funzionamento alle condizioni per le quali sono stati progettati e sono adeguati, rimane il rischio di abuso da parte del conducente... Il modo in cui il sistema 'Autopilot' di Tesla monitorava e rispondeva all'interazione del conducente con il volante non era un metodo efficiente di garantire il coinvolgimento del conducente" ("If automated vehicle control systems do not automatically restrict their own operation to conditions for which they were designed and are appropriate, the risk of driver misuse remains... The way in which the Tesla "Autopilot" system monitored and responded to the driver's interaction with the steering wheel was not an effective method of ensuring driver engagement."). Tesla ha successivamente modificato le regole di interazione fra utente e auto.

C'è anche una dichiarazione dei genitori della vittima: "Abbiamo sentito dire tante volte che l'auto ha ucciso nostro figlio". Semplicemente non è così. C'è stata una breve finestra di tempo in cui né Joshua né le funzioni della Tesla hanno notato il camion che voltava a sinistra davanti all'auto. La gente muore ogni giorno in incidenti d'auto. Molti di questi incidenti sono causati dalla mancanza di attenzione o dall'incapacità di vedere il pericolo. Joshua credeva, e la nostra famiglia continua a credere, che la nuova tecnologia che sta entrando nelle auto e il passaggio alla guida autonoma abbiano già salvato molte vite. Il cambiamento comporta sempre dei rischi, e una tolleranza zero per le morti fermerebbe completamente l'innovazione e i miglioramenti". Parole davvero coraggiose.

Fonti aggiuntive: Electrek, Teslarati, Electrek.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Attivissimo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

E qui straquoto!!! Oggi non esistono auto che permettono al guidatore di farsi i fatti suoi per 37 minuti continuati ed è criminale - da parte delle case automobilistiche - farlo credere ed estremamente pericoloso per gli utenti crederlo senza approfondire adeguatamente. Se poi lo sanno e si comportano egualmente come se non lo... Leggi tutto
23-9-2017 16:06

Si tratta di un dispositivo di controllo della velocità di crociera, in pratica ti risparmia il problema di guardare il contachilometri e i cartelli di velocità. Si imposta la velocità massima o minima o entrambe (dipende dal modello dell'auto) e a seconda di come vanno le cose intorno (ostacoli o cartelli dei limiti di velocità), l'auto... Leggi tutto
21-9-2017 11:25

Infatti!!! Solo che non è un "dettaglio". Se el cose stanno come è scritto nell'articolo è una madornalità inconcepibile! Leggi tutto
21-9-2017 05:16

Non ho capito un dettaglio: Tesla viaggia a 136km/h su una strada con incroci in cui in qualsiasi momento qualcuno ti puo tagliare la strada?
18-9-2017 22:05

Un commento sul secondo articolo: la mia Ford, ha il controllo del volante (la cui forza è regolabile, non esegue azioni con prepotenza) e non mi lascia togliere le mani da esso (iniziano degli alert). Similmente se mi trova stanco e soprattutto se guido male, mi obbliga a fare una pausa per prendere un caffè o altro. Si può ovviare, ma... Leggi tutto
17-9-2017 16:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (450 voti)
Settembre 2019
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Windows 10, errori nel patch Tuesday di agosto
Tutti gli Arretrati


web metrics