Ubuntu 17.10 abbandona i 32 bit

Canonical non distribuirà immagini Iso a 32 bit dell'edizione Desktop.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-10-2017]

ubuntu 17.10 no 32 bit

Con l'avvicinarsi di ottobre è partito il conto alla rovescia per il rilascio di Ubuntu 17.10 Artful Aardvark.

Al di là delle novità di questa versione, c'è un cambiamento che finora non era stato annunciato e che ha colto un po' tutti di sorpresa: l'abbandono dei 32 bit.

Rivelato da un messaggio nella mailing list ufficiale degli sviluppatori, è un segno dei tempi: le piattaforme i386 non sono più l'hardware maggiormente diffuso, e i 64 bit stanno ormai prendendo piede ovunque.

Pertanto, dai canali Beta e Final di Ubuntu 17.10 spariranno le immagini della edizione Ubuntu Desktop i386. Naturalmente, ciò comporta che non ci sarà mai un'immagine iso definitiva per Ubuntu Desktop a 32 bit.

L'abbandono dell'architettura i386 non è però completo: Canonical continuerà infatti a produrre le immagini i386 per le edizioni alternative (Ubuntu Core, netinst e via di seguito), dalle quali dovrà quindi per forza partire chi vorrà realizzare un sistema desktop Ubuntu a 32 bit.

Sondaggio
Qual Ŕ il tuo linguaggio di programmazione preferito?
C
Java
PHP
JavaScript
C#
Visual Basic .NET
C++
Perl
Python
Ruby

Mostra i risultati (1853 voti)
Leggi i commenti (18)

La decisione riguarda la distribuzione principale, Ubuntu, quella equipaggiata con l'ambiente desktop Gnome.

Non è chiaro se seguiranno la stessa strada anche le altre edizioni, come Lubuntu, Xubuntu o Ubuntu Mate.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Ricordi bene, ora verranno subito dirottati su derivate pi¨ leggere, tipo Xubuntu o Lubuntu. Leggi tutto
2-10-2017 18:31

{Paolo Del Bene}
@aldolo era il 1991 quando Linus Benedict Torvalds svilippava il Linux monolitico kernel, all'epoca si erano sempre sviluppati microkernels. link
2-10-2017 17:37

Vado a memoria, mi sembra che Canonical stessa, quando supportava entrambe le distribuzioni, su macchine con meno di 4GB di RAM consigliava di montare la versione a 32 bit, che si sarebbe comportate meglio di quella a 64... Leggi tutto
2-10-2017 15:47

Colgo l'occasione per segnalare il mio thread http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?t=71116 anche per chi volesse intervenire. Ci saranno sempre distribuzioni a 32 bit, sarÓ da capire piuttosto quanto conviene installarle su certe macchine. Non fanno miracoli su vecchi pc, ma possono farli su hardware recente ma poco potente, del... Leggi tutto
1-10-2017 22:49

Beh, in fondo anche la tecnologia evolve, comunque Ubuntu non Ŕ certo l'unica distribuzione Linux esistente, e sicuramente ce ne sono tantissime che gestiscono ancora i 32 bit :wink:
1-10-2017 19:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2194 voti)
Luglio 2018
Google accusa la UE: Android rischia di non essere più libero
L'attacco che inganna il GPS con mappe false e manda fuori strada
Adesso che si fa? Strategie mitiganti
Bollette di 30 giorni, ma a vincere sono sempre i gestori telefonici
L'industria petrolifera semina disinformazione sulle auto elettriche
The Firefox Monitor ti svela se i tuoi dati sono stati hackerati
Giugno 2018
Facebook, un brevetto per attivare i microfoni degli smartphone a tradimento
Usare la batteria dello smartphone per rubare i dati
Bug in Windows 7, Microsoft si arrende e toglie il supporto alle vecchie CPU
PeerTube: come YouTube, ma senza censura e basato su BitTorrent
Come si fa a leggere i messaggi cifrati di WhatsApp e Telegram? Non è difficile
Come sarebbe Windows 7 se fosse nato nel 2018?
Il malware che infetta Windows 10 e scatta foto del desktop
Come si riconosce un video Deepfake? A occhio
Lucchetto ''smart'' annuncia a tutti la propria password
Tutti gli Arretrati


web metrics