Near Share, l'AirDrop di Apple in versione Microsoft

Windows 10 ora permette di condividere facilmente file e pagine web via Bluetooth.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-11-2017]

windows 10 near share airdrop

Il mondo Apple ha AirDrop, una funzionalità che permette di trasferire i file tra diversi Mac e iDevice.

A partire dal prossimo aggiornamento primaverile, il mondo Microsoft avrà Near Share, già utilizzabile dagli iscritti a Windows Insider i quali hanno accesso l'ultima versione di sviluppo di Windows 10, ossia la Build 17035. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Di quale generazione fai parte?
Generazione silenziosa: i nati tra gli anni '20 e gli anni '40 del XX secolo
Baby boomers: i nati tra gli anni '40 e l'inizio degli anni '60 del XX secolo
Generazione X: i nati tra gli anni '60 e l'inizio degli anni '80 del XX secolo
Generazione Y (o Millennials): i nati tra gli anni '80 del XX secolo e il 2000
Generazione Z: i nati dal 2000
Generazione Alpha (o Screenagers): i nati dal 2010

Mostra i risultati (1504 voti)
Leggi i commenti (4)
Near Share ha una propria voce nell'Action Center di Windows 10, dal quale la funzionalità può essere attivata e disattivata.

Se Near Share è attivo diventa possibile condividere file, collegamenti e pagine web con i dispositivi nelle vicinanze tramite un apposito pulsante Share (Condividi) che si presenta nelle varie applicazioni.

Per esempio, premendo Share in Edge appare una finestra che mostra i computer con i quali è possibile interagire e inviare loro il link a un sito.

windows 10 near share explorer
Near Share in Windows Explorer (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

In Windows Explorer, invece, basta selezionare un file e cliccarvi sopra con il tasto destro del mouse: nel menu contestuale ci sarà la voce Share, che elencherà i dispositivi ai quali sarà possibile inviare detto file.

Prima che il trasferimento abbia inizio, nell'Action Center del computer ricevente appare una richiesta di autorizzazione (in maniera non dissimile a quanto succede quando si vogliono inviare dei file via Bluetooth da smartphone a smartphone), e durante l'operazione una notifica informa l'utente di quanto sta succedendo.

Rispetto a AirDrop, Near Share ha alcune limitazioni: funziona esclusivamente tramite la connessione Bluetooth (mentre la soluzione di Apple supporta anche il Wi-Fi), e inoltre non permette di effettuare la condivisione con i dispositivi mobili.

È tuttavia possibile che nei prossimi mesi queste limitazioni cambino o spariscano, e che il prodotto finito abbia qualche differenza con quanto visto in quest'anteprima.

windows 10 near share
Near Share in Edge (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

La possibilità di utilizzare solo la connessione Bluetooth per la condivisione e il mancato supporto ai dispositivi mobili non mi sembrano proprio limitazioni da poco, è auspicabile che nella versione che verrà rilasciata a primavera queste limitazioni vengano superate altrimenti non penso di poter prevedere un grosso successo per Near... Leggi tutto
18-11-2017 14:13

{andrei}
Alla faccia delle limitazioni!
11-11-2017 14:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come credi che sarà la vita per la maggior parte della gente nel 2100?
Un idillio ipertech.
Grossomodo come adesso, con qualche giocattolo in più e/o in meno.
Roba da candelabri, biciclette e abaco.
Terribile, da gente allo sbando, senza più civiltà.
Non ci sarà più. Ormai saremo estinti, o sull'orlo dell'estinzione.

Mostra i risultati (3075 voti)
Giugno 2018
Non tutti i cybercriminali sono dei geni del male
Il malware che infetta Windows 10 e scatta foto del desktop
Come si riconosce un video Deepfake? A occhio
Lucchetto ''smart'' annuncia a tutti la propria password
Lo smartphone pieghevole di Samsung con doppio display
Pseudoscienza al potere oggi: Sud Africa, Spagna, Stati Uniti
Windows 10, il 50% degli utenti ha dovuto pagare un tecnico per i problemi dell'aggiornamento
Ubisoft: ''Le console sono destinate a sparire: ancora una generazione e poi basta''
Bug in Facebook rende pubblici i post privati di 14 milioni di utenti
Microsoft affonda i datacenter per tenerli freschi
L'auto volante di Larry Page: si impara a guidare in meno di un'ora
Microsoft compra GitHub e i programmatori scappano
Il primo attacco informatico della storia... nel 1834?
Medico fa causa a paziente per una recensione negativa online
L'attacco sonico che manda in crash il sistema e rovina gli hard disk
Tutti gli Arretrati


web metrics