Password complesse ma difficili da ricordare

Il dilemma delle password.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-01-2018]

strong passwords

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Il dilemma delle password: deboli e facili da ricordare o complesse?

Secondo la ricerca citata nella prima pagina di questo articolo, sono molti gli utenti che comprendono la necessità di avere password sicure per i propri account. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
E' buona l'acqua del rubinetto?
Sì. La bevo quasi sempre.
No. Di solito bevo acqua in bottiglia.
Sì, ma di solito bevo acqua in bottiglia.

Mostra i risultati (6083 voti)
Leggi i commenti (44)
Infatti, quando è stato chiesto agli intervistati per quali account online utilizzassero password più efficaci, il 63% ha risposto per i conti bancari online, il 42% per le applicazioni di pagamento tra cui e-wallet mentre il 41% per gli acquisti online.

Tuttavia, non è semplice ricordare password complesse e diverse tra loro e questo rende molto più probabile la possibilità che gli utenti le dimentichino e non riescano più ad accedere ai propri account.

Due utenti su cinque (38%) non riescono a ripristinare rapidamente le password dei propri account online personali dopo averle perse. Questo può suscitare frustrazione o stress perché non consente all'utente di svolgere le normali attività.

Quando si tratta di archiviare le password, la metà degli intervistati (51%) ha dichiarato di memorizzare le password in modo poco sicuro, il 23% le scrive addirittura su un blocco note per non doverle ricordare, il che mette a rischio anche la loro sicurezza.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Password deboli ma facili da decifrare

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 26)

Propongo una soluzione intermedia. Ovvero permettere all'utonto di avere una password unica, che così, almeno, sarà più complessa possibile, per i limiti intrinsechi dell'utonto che non gli permettono di andare molto oltre data di nascita e altre cose del genere. Ma "distorcerla" all'occorrenza per ogni sito/servizio con un... Leggi tutto
5-4-2019 16:22

amldc, il tuo sembra un discorso sensato, ma non lo è affatto. Ci sono migliaia di app che hanno dei menu che sembrano progettati dall'ufficio complicazioni cose semplici, poi non vuoi tener conto che, se io sono uno sei tanti negati per l'informatica, faccio molta più fatica di te a imparare l'uso di tante app, e tu farai molta fatica a... Leggi tutto
8-2-2018 10:20

Certo, è molto meglio e più facile memorizzare decine di password :dho: Questo tipo di ragionamento lo sento da decenni da chi non ha voglia di accendere il neurone prima del PC; io mi chiedo sempre come sia possibile trovare enormi difficoltà ad utilizzare un'applicazione che fa quattro operazioni in croce e poi essere abilissimi... Leggi tutto
7-2-2018 18:52

per il momento nessun problema; prima ne usavo un'altra (mi sembra proprio KeePassDroid) che però non era ben integrata con Dropbox; keepass2android invece è molto ben integrata Leggi tutto
7-2-2018 18:05

{Daniele}
personalmente uso Dashlane (USD 40 per un anno). Su computer e "mobile". Un conoscente mi diceva di 1Password, più facile da usare da computer però più costoso. Prima usavo il sito Lastpass, ma le app mi sembrano più comode.
7-2-2018 18:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
E' corretto utilizzare i social network in ufficio?
Sì, perché offrono numerose occasioni per migliorare la propria produttività.
Sì, perché sono strumenti validi per condividere opinioni lavorative con amici e colleghi.
Sì ma con moderazione: una pausa di cinque minuti ogni tanto allenta la tensione e migliora la produttività.
No, perché la commistione tra aspetti privati e professionali generata dall'utilizzo di questi strumenti potrebbe causare problemi sul posto di lavoro.
No, perché non è corretto scambiare opinioni relative a questioni lavorative attraverso i social media.
No, perché hanno un impatto negativo sulla produttività.
Non saprei.

Mostra i risultati (2049 voti)
Marzo 2021
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 marzo


web metrics