Da Google un nuovo motore di ricerca per scienziati e giornalisti

Dataset Search permette di accedere facilmente alle collezioni di dati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-09-2018]

google Dataset search

Per gli studiosi, gli scienziati, i giornalisti e in generale per tutti coloro che sono interessati alla letteratura accademica da tempo Google offre un motore di ricerca dedicato, chiamato Google Scholar.

Ora a questo strumento se ne affianca un altro, al momento in beta, dal meno accattivante ma preciso nome di Dataset Search. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Utilizzi i motori di ricerca soprattutto per approfondire quello che hai...
... letto sui social network
... sentito alla radio
... ricevuto sul cellulare (Sms/Mms)
... letto su giornali o riviste
... visto in Tv
... visto per strada
... passaparola

Mostra i risultati (1118 voti)
Leggi i commenti (6)
Il suo scopo è consentire un facile accesso ai dataset, collezioni di dati relative a un dato fenomeno.

Per esempio, poniamo che un giornalista stia scrivendo un pezzo sugli incidenti automobilistici e abbia bisogno di dati per sostenere il proprio articolo: con Dataset Search può trovare comodamente il materiale di cui ha bisogno, con l'indicazione delle fonti, cliccando sulle quali è possibile ottenere ulteriori dettagli.

I dati provengono da istituzioni e organizzazioni come la Nasa, l'Università di Harvard o il NOAA: costoro, e tutti quanti vogliono contribuire, sono quindi invitati ad adottare lo standard di markup open source Schema, al fine di garantire la compatibilità con Dataset Search.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il reboot della tuta spaziale

Commenti all'articolo (2)

Mi sembra molto interessante non solo per scienziati e giornalisti ma anche per chi voglia approfondire certi temi o sbugiardare certe affermazioni a volte basate su dati scientifici inesistenti o falsati.
11-9-2018 18:59

{codogno}
Siamo proprio dei parassiti: gli altri fanno e noi mungiamo...
9-9-2018 13:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto impieghi per andare al lavoro? (one-way, ovvero: sola andata)
Da 1 a 15 minuti
Da 15 a 30 minuti
Da 30 a 45 minuti
Da 45 a 60 minuti
Pi¨ di 60 minuti

Mostra i risultati (2169 voti)
Gennaio 2022
Nvidia e Arm, l'accordo è vicino a saltare
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 gennaio


web metrics