VisBug, l'erede spirituale di Firebug con interfaccia ''punta e clicca''

Lo sviluppo web non è mai stato così semplice.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-11-2018]

visbug

Quando apparve, Firebug - estensione per Firefox nata per aiutare gli sviluppatori web nel loro lavoro - fu quasi rivoluzionaria: permetteva per esempio di modificare al volo la pagina web e vederne immediatamente le conseguenze.

Con il passare del tempo, quelle funzioni sono state integrate nei vari Strumenti per sviluppatori presenti nei vari browser e così, l'anno scorso, per Firebug è cessata ogni ragione di esistere.

Ora Google intende riproporre l'aspetto rivoluzionario che Firebug aveva all'inizio con VisBug, un'estensione per Chrome che facilita in misura ancora maggiore la modifica delle pagine web.

VisBug è stata svelata al Chrome Dev Summit, che si sta svolgendo a San Francisco, e ciò che di davvero nuovo introduce è la possibilità di intervenire sulle pagine tramite un'interfaccia punta e clicca.

L'idea è che in questo modo non soltanto gli sviluppatori, ma anche gli utenti comuni possano muoversi tra gli elementi di un sito web, cliccando sulle singole parti e trascinando (grazie al supporto al drag and drop) i componenti di cui necessitano.

Sondaggio
Qual è la cosa più importante per te in un sito Internet?
Estetica
Interattività
Contenuti
Usabilità
Gratuità

Mostra i risultati (2586 voti)
Leggi i commenti (10)

«Ci ricordiamo» - hanno spiegato gli ideatori di VisBug - «dell'impatto che Firebug ha avuto quando è apparso, e di come abbiamo mostrato a tutti che il browser può essere esso stesso una piattaforma di sviluppo. Oggi abbiamo un'altra estensione, Project VisBug, che consente di progettare direttamente nel browser».

Qui sotto, il video di presentazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Ecco le estensioni che rallentano Firefox
Google Page Speed per Firebug

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1671 voti)
Settembre 2019
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
Tutti gli Arretrati


web metrics