Bug nel Blocco Note di Windows consente di eseguire codice da remoto



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-06-2019]

notebad bug ormandy

Per chi si interessa di sicurezza il nome di Tavis Ormandy, membro del Google Project Zero, dovrebbe ormai essere noto: negli ultimi anni ha individuato diversi bug e minacce informatiche.

L'ultima scoperta riguarda una vulnerabilità zero-day all'interno del Blocco Note di Windows e, nonostante l'umiltà dell'applicazione coinvolta, Ormandy tiene a precisare che «è un bug vero».

Per la precisione si tratta di un exploit presente in Blocco Note che causa un accesso improprio alla memoria e consente, dall'interno dell'applicazione, di eseguire programmi; nell'esempio di Ormandy, vediamo l'apertura del Prompt dei Comandi di Windows come processo figlio di notepad.exe (l'eseguibile del Blocco Note, per l'appunto) .

Lo scopritore ha già avvisato Microsoft del problema, ma finora da Redmond non sono arrivati commenti in merito. Ormandy, dal canto proprio, ha già informalmente battezzato il bug Notebad (gioco di parole con Notepad, il nome originale del Blocco Note).

Il Google Project Zero non ha per ora rilasciato alcun dettaglio circa il bug (nemmeno quali siano le versioni di Windows affette), in quanto la procedura normale prevede di lasciare trascorrere 90 giorni dal momento della scoperta prima di rendere noti i particolari, così da dare al proprietario del software il tempo necessario per le correzioni.

Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1932 voti)
Leggi i commenti (3)

Ormandy, dal canto proprio, ha fatto sapere di aver già preparato un exploit che, sfruttando il bug, permette l'esecuzione di codice da remoto: il Blocco Note potrebbe insomma essere usato da estranei per lanciare programmi molto meno innocui del Prompt dei Comandi.

bug notepad screenshot

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microsoft agli utenti: come migliorereste Blocco Note e Calcolatrice?

Commenti all'articolo (2)

Non è proprio così, si tratta di un explit basato sulla corruzione della memoria come specificato dal ricercatore (link): Leggi tutto
6-6-2019 19:03

{alex}
Vabbè ma questo non è un bug del blocco note, tutte le applicazioni che utilizzano una OpenFileDialog e permettono un filtro *.* posso avviare un'applicazione con tasto destro-->Esegui, tra l'altro vecchio come la prima versione di windows e tutt'ora presente....
3-6-2019 14:40

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
E' corretto utilizzare i social network in ufficio?
Sì, perché offrono numerose occasioni per migliorare la propria produttività.
Sì, perché sono strumenti validi per condividere opinioni lavorative con amici e colleghi.
Sì ma con moderazione: una pausa di cinque minuti ogni tanto allenta la tensione e migliora la produttività.
No, perché la commistione tra aspetti privati e professionali generata dall'utilizzo di questi strumenti potrebbe causare problemi sul posto di lavoro.
No, perché non è corretto scambiare opinioni relative a questioni lavorative attraverso i social media.
No, perché hanno un impatto negativo sulla produttività.
Non saprei.

Mostra i risultati (2023 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Vecchio televisore mette KO la connessione Adsl di un intero paese
Tutti gli Arretrati


web metrics