Kali Linux, la distribuzione per gli hacker che vogliono lavorare in incognito

Con un tocco assume l'innocuo aspetto di Windows 10.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-11-2019]

kali linux

Chiunque si interessi di sicurezza informatica conoscerà Kali Linux, una distribuzione del sistema operativo del pinguino nata con lo scopo di facilitare tutte le operazioni legate all'individuazione dei punti deboli dei sistemi informatici e all'informatica forense.

Da poco è stata rilasciata la versione 2019.4, ultima revisione per quest'anno, che tra le novità annovera una particolare modalità "sotto copertura".

Chi cerca di violare un sistema informatico - anche in maniera del tutto legittima, magari perché è stato assunto proprio per valutare la bontà delle difese di un'azienda - generalmente non vuole farsi scoprire.

A questo scopo, agire da remoto è senz'altro l'ideale. Ma se invece è necessario essere presenti nelle vicinanze dell'obiettivo, è meglio assumere un aspetto che dia poco nell'occhio, e ciò vale anche per il sistema operativo adoperato.

Se ci si aggira con un portatile su cui evidentemente sta funzionando Kali Linux, è legittimo che gli astanti possano iniziare a nutrire qualche sospetto.

Così, gli sviluppatori di questa distribuzione hanno creato uno script che, in pochi secondi, altera l'aspetto dell'ambiente desktop di default - XFCE, che proprio da questa versione di Kali ha sostituito Gnome - in maniera tale che rifletta quello di una tipica installazione di Windows 10.

In questo modo, chiunque passasse alle spalle dell'hacker noterebbe semplicemente qualcuno che lavora con un portatile su cui c'è Windows, esattamente uguale a milioni di altre persone nel mondo.

Al di là di questo dettaglio e dell'adozione di XFCE, le altre novità di Kali Linux 2019.4 comprendono il supporto a PowerShell (per eseguirne gli script direttamente da Kali), un nuovo tema GTK3, il supporto al filesystem BTRFS e l'introduzione di Kali NetHunter KeX, che consente di collegare lo smartphone a un'uscita HDMI per poter usare il desktop Kali sul telefonino (usando anche una tastiera Bluetooth).

Kali Linux si può scaricare dal sito ufficiale. Chi già l'utilizza può effettuare l'aggiornamento con i comandi tipici di Debian (da cui Kali è derivata): apt update && apt -y full-upgrade.

Qui sotto, il passaggio dal tema di default di Kali Linux a quello che simula Windows 10.

kali linux undercover theme 620

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Mikko Hypponen spiega come hackerare una banca

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

è proprio così ma il fatto di considerarlo bello o brutto dipende da quanto si ritenga opportuno sbavare dietro ai moderni 'designer' ed osannare qualsiasi 'invenzione' che riporti l'utilizzo dei PC a quando si avevano schermi monocromatici e schede video (e relativi driver) inadeguate a gestire un minimo di grafica tridimensionale.... Leggi tutto
2-12-2019 10:12

E' veramente uguale a W 10? Se è così come estetica fa abbastanza pietà, la taskbar nera sembra incollata tipo quando il carrozzaio fa una riparazione in economia con un pezzo adattato. :roll: Scusate l'ignoranza ma di windows non me ne intendo. Leggi tutto
1-12-2019 23:10

Spesso con le gpu nuovissime basta aspettare qualche mese, e i driver proprietari stabili ed efficienti arrivano. Purtroppo prima pensano alla massa (Windows), poi alla nicchia (Linux). :( Leggi tutto
30-11-2019 09:27

Andrebbe bene per l'utonto medio che vorrebbe che Linux fosse identico a Windows...virus a parte, ovviamente. Leggi tutto
30-11-2019 09:24

Provata ieri sera. Purtroppo non mi parte in modalità grafica in 4K forse per un'incompatibilità con la gtx 970... Peccato. Comunque mi sto facendo arrivare una radeon, perchè di problemi con linux sta Nvidia me ne ha dati fin troppi.
30-11-2019 03:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1847 voti)
Dicembre 2019
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Tutti gli Arretrati


web metrics