Banditi i termini blacklist e whitelist: sono razzisti



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-05-2020]

blacklist whitelist

Anche chi non si occupa di informatica generalmente capisce al volo il significato dei termini blacklist (lista nera, in italiano) e whitelist (lista bianca): essi indicano rispettivamente i soggetti (utenti, programmi e via di seguito) cui è vietato l'accesso a una data risorsa e quelli a cui invece l'accesso è consentito.

Sono termini in uso praticamente da sempre e che fanno ormai parte del linguaggio comune, ma nel Regno Unito a quanto pare hanno iniziato a dare fastidio, tanto che il National Cyber Security Center ha deciso di abolirli: sarebbero razzisti.

«C'è un problema con questa terminologia» scrive la dirigente del Ncsc Emma W. «Ha senso soltanto se si equipara "bianco" a "buono, consentito, sicuro" e "nero" a "cattivo, pericoloso, vietato". Ciò comporta degli evidenti problemi e perciò, al fine di promuovere l'eliminazione del razzismo dalla sicurezza informatica, in futuro sul nostro sito eviteremo di usare queste parole dispregiative».

L'idea non è nata in seno al Ncsc, ma è stata suggerita da un utente che, disturbato dall'uso dei termini blacklist e whitelist, ne ha chiesto la sostituzione.

Il Ncsc ha aderito con entusiasmo alla proposta, giustificando la propria decisione con uno studio condotto presso l'Università di Leeds secondo il quale termini come lista nera, lista bianca e pecora nera «non soltanto sono il riflesso di una cultura razzista, ma servono anche a legittimarla e a perpetuarla».

L'ente britannico adotterà quindi i termini deny list e allow list, invitando caldamente tutti ad adeguarsi. Non c'è - per ora - alcuna imposizione ufficiale da parte del legislatore a rispettare la decisione del Ncsc, anche se si tratta di un ente governativo.

Chi non fosse d'accordo con la novità può anche fare a meno di esprimere il proprio punto di vista. «Se state pensando di contattarci per dirci che tutto ciò è soltanto il frutto impazzito del politically correct, evitate».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 38)

@ Tharon Quella della tintura non la sapevo. Ma, se vogliamo, anche questo un caso emblematico: in origine era un problema delle pecore, siccome emarginavano quella di colore diverso (come fanno tanti altri animali per lo stesso motivo). Poi i pastori hanno cominciato a lamentarsi del fatto che queste rischiavano pi delle altre di... Leggi tutto
18-5-2020 21:50

Ma... aboliranno anche il #BlackFriday :roll: :lol:
18-5-2020 20:48

Purtroppo il maggior problema del mondo l'ignoranza e ovviamente qualcuno la sfrutta, come in questo caso,per il proprio tornaconto, :( Leggi tutto
17-5-2020 00:11

Mi pare che stiano esagerando con l'arcobaleno. Rischiano di creare crisi di rigetto. Io gi le ho. :roll:
17-5-2020 00:08

Si, chiaro che nemmeno una legge cambia un tarlo socioculturale. Io temo siano cambiamenti che richiedono tempi mooolto lunghi, purtroppo. Poi un'iniziativa personale per non offendere qualcuno sempre un buon proposito, naturalmente. Solo che nel caso riportato nell'articolo mi par totalmente disfunzionale.
9-5-2020 00:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dicono che il software la parte del computer contro la quale possibile solo imprecare, l'hardware quella che si pu anche prendere a calci. Quale hai preso a calci pi frequentemente?
Case e alimentatore
Scheda madre
Processore o CPU
Schede video e audio
Hard disk
Lettori Cd / Dvd
Monitor
Stampanti e scanner
Tastiera e mouse

Mostra i risultati (1460 voti)
Settembre 2020
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Il chip nel cervello di Elon Musk
Tutti gli Arretrati


web metrics