ICANN e SpamHaus insieme contro lo spam

Il dominio .mail, invisibile agli utenti finali, consentirà di individuare i mittenti "nocivi" per poi bloccarli.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-05-2004]

ICANN (Internet Corporation for the Assignment of Names and Numbers) e SpamHaus -anti Spam Community Registry- si sono unite allo scopo di combattere lo spam mediante il dominio .mail. Questo potrebbe diventare realtà entro il 2004 e dovrebbe essere a disposizione degli operatori "corretti" dei server di posta elettronica per intercettare i flussi di spam e individuare i mittenti "nocivi" per poi bloccarli.

Il suffisso .mail sarà invisibile agli utenti finali, anche se sarà possibile digitarlo al termine di un dominio in grado di gestire e-mail. SpamHaus ha reso noti i nomi dei 10 Paesi da cui proviene la maggior parte delle e-mail indesiderate: Usa, Cina, Corea del Sud, Brasile, Taiwan, Argentina, Canada, Russia, Italia e Gran Bretagna; ha individuato anche quali sono i 10 Internet Provider che veicolano in assoluto più spam: uu.net, kornet.net, Chinanet-gd, Above.net, Chinanet-cq, Level3.net, xo.com. Hinet.net, cw.net ed infine Interbusiness.it.

Tra le proposte dei nuovi domini, ICANN ha accettato: .xxx, .asia, .cat (Catalonia), .jobs, .moby, .post, .tel e .travel. Essi potranno quindi aggiungersi a quelli già esistenti dagli anni ‘80 come .com, .edu, .gov, .int, .mil, .net e .org, ai quali nel 2000 si sono sommati .biz, .info, .name, .pro, .aero, .coop e .museum, gli ultimi dei quali sono commerciali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli daresti per primo a tuo figlio?
Comunica solo con persone che conosci.
Non condividere messaggi o immagini offensive.
Scegli un nome utente appropriato.
Non condividere informazioni personali.
Seleziona le foto con attenzione.
Ricorda che tutto ci che condividi permanente.
Segnala tutto ci che ti mette a disagio.
Il mio consiglio un altro: lo esprimo utilizzando i commenti nel forum qui sotto.

Mostra i risultati (1751 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics