Progetto docente raddoppia

Dopo i risultati considerati positivi dell'iniziativa svolta lo scorso anno, Microsoft Italia ripete e raddoppia l'offerta agli insegnati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-05-2004]

Tra l'ottobre e il dicembre dell'anno scorso cinquemila insegnanti delle scuole italiane hanno usufruito di un corso gratuito realizzato da Progetto Docente (organismo a fini educational di Microsoft Italia) in collaborazione con Elea del Gruppo De Agostini. L'attività di formazione dei docenti rientrava tra le iniziative promosse dal MIUR, il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, tese a diffondere le competenze informatiche tra gli operatori scolastici.

Il fine del corso, svolto completamente on line e della durata di circa 40 ore, era fornire le abilità di base per l'impiego di alcune componenti della suite MS Office (Word, Excel, PowerPoint) nell'attività didattica.

I buoni risultati dell'iniziativa, che ormai assume il carattere di un corso-pilota, sono alla base della decisione di ripresentare l'iniziativa. Progetto Docente non solo torna, ma raddoppia l'offerta, diversificando la tipologia dei corsi e ampliando il numero di insegnati che potranno usufruire della formazione.

Una prima fase, che si svolgerà entro la fine dell'anno scolastico, è riservata agli insegnati che già hanno preso parte alla prima edizione dell'iniziativa. Duemila di loro potranno usufruire di un corso a livello avanzato su Word, PowerPoint e Excel per circa 25 ore di lezioni ed esercitazioni on line. Successivamente saranno attivati due corsi (uno di livello base, l'altro avanzato) cui potranno iscriversi tredicimila docenti.

Dopo aver concluso i corsi i partecipanti dovrebbero essere in grado - se lo riterranno utile - di sostenere l'esame di certificazione Microsoft Office Specialist. Progetto Docente si è inoltre impegnato a fornire i contenuti adeguati per affrontare le prove per divenire Istruttore Certificato Microsoft.

Alla luce del feedback ricevuto dai quanti parteciparono alla prima edizione, Progetto Docente intende potenziare il ruolo dei tutor che hanno il compito di affiancare e guidare gli insegnati-discenti. L'affidarsi completamente ai corsi automatizzati, infatti, si era dimostrato un punto di debolezza dell'iniziativa, che aveva sollevato qualche malumore tra i partecipanti.

Altro aspetto dei corsi che era stato criticato anche accesamente era la rigidità del percorso formativo, che richiedeva di sorbirsi tutte le lezioni programmate, senza la possibilità di adeguare l'offerta formativa ai propri bisogni.

Il risultato era stato che alcuni insegnati, magari con anni di esperienza nell'insegnamento dell'informatica alle superiori, avevano dovuto godersi le lezioni su come si salva un file di Word o come si inserisce un valore in Excel. Nella nuova versione, i corsi prevedono che la formazione corrisponda maggiormente alle competenze e alle preferenze di coloro che ne usufruiscono.

Una piccola curiosità per finire: chi ha concluso il corso l'anno scorso, ha ricevuto un bel diplomino e una copia di MS Office con licenza Educational. Posso testimoniare che la cosa è stata apprezzata da molti, e mi riferisco soprattutto al software. Beh, i corsi restano gratuiti, ma poi i programmi se uno li vuole dovrà comprarseli o farli acquisire dalla scuola in cui lavora: la licenza gratuita è stata bocciata.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste previsioni ritieni che diventerÓ realtÓ per prima?
Si potranno trapiantare organi di ricambio cresciuti in laboratorio.
I computer svilupperanno capacitÓ creative, riuscendo a creare vere opere d'arte senza intervento umano.
Il teletrasporto delle persone diventerÓ realtÓ.
Su Marte e sui pianeti abitabili si costruiranno colonie nelle quali si potrÓ vivere per lunghi periodi.
Riusciremo a controllare il tempo atmosferico, cancellando siccitÓ, inondazioni e catastrofi naturali.

Mostra i risultati (1993 voti)
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics