Indagine sul trattato WIPO sulle trasmissioni

Organizzata dall'Unione per il Public Domain ha lo scopo di verificare il modo in cui i governi agiscono per prepararsi all'entrata in vigore del trattato.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-05-2004]

L'Unione per il Public Domain sta organizzando un'inchiesta sul modo in cui i governi agiscono in preparazione del già proposto trattato WIPO Broadcasting.

La bozza dichiara di dare ai trasmettitori il potere di regolamentare la copia, la riproduzione, la distribuzione e i diritti di trasmissione. Estenderebbe questi poteri da 20 a 50 anni e in qualche versione estenderebbe anche questi poteri alla trasmissione in rete (web-casting).

Il trattato inoltre renderebbe illegale l'aggiramento delle misure tecniche di prevenzione quali le "bandierine broadcast" (segnali aggiunti al segnale digitale). Questo anche nel caso che la trasmissione sia un prodotto di pubblico dominio.

"Una delle difficolta' maggiori nel proteggere il pubblico dominio da queste minacce e' la posizione dei rappresentanti nazionali in proposito, che e' sconosciuta, persino ai cittadini dei paesi che rappresentano".

L'Unione per il Pubblico Dominio chiede a tutti i cittadini interessati di contattare il coordinatore e di usare il questionario per raccogliere informazioni sulle posizioni nazionali. I risultati saranno pubblicati sul sito delle Unioni.

Per approfondire:

Analysis Yale-fellow Ernest Miller of the WIPO broadcasting treaty.

Commenti all'articolo (1)

Michela
Indagine sul trattato WIPO sulle trasmissioni Leggi tutto
24-5-2004 09:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Trovata l'acqua su Marte. E la vita? Secondo te su Marte...
C' stata vita, sotto forma di batteri.
C' stata vita intelligente.
C' vita, ma solo unicellulare.
Non c' mai stata alcuna forma di vita.
Ci sono impianti e costruzioni aliene.
Nessuna delle risposte precedenti corretta.

Mostra i risultati (3958 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics