Una toolbar contro il phishing

Rilasciato da Netcraft il primo strumento freeware per combattere il fenomeno delle cybertruffe.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-12-2004]

Il 2005 potrebbe essere un anno più sicuro per gli utenti di Internet Explorer. La nota società di sicurezza inglese Netcraft ha infatti realizzato una toolbar in grado di integrarsi nel browser Microsoft segnalando e bloccando (quando possibile) le potenziali truffe a cui si rischia di andare incontro nella normale navigazione sul web. Il software punta a combattere una forma di cybertruffa molto comune: il phishing.

Stando alla definizione di Wikipedia con il termine phishing si intende "la cattura di informazioni sensibili, come password o altre informazioni personali, mascherandosi come un soggetto fidato con un reale bisogno di queste informazioni. E' una forma di social engineering".

E' molto frequente ricevere delle e-mail fasulle confezionate in maniera tale da sembrare provenienti da destinatari fidati, come il nostro Internet provider o la nostra banca, che richiedono il reinserimento di alcuni nostri dati, quali password o ancor peggio numeri di carta di credito.

In tutti questi casi può rivelarsi molto semplice far cadere nel tranello un utente ingenuo. La toolbar messa a punto da Netcraft vuole essere di aiuto proprio per tutti gli utenti dei sistemi operativi Microsoft Windows 2000 e Xp che si trovino a dover fronteggiare situazioni pericolose come quelle descritte.

La toolbar viene installata in Internet Explorer. Per visualizzare la barra di Netcraft basterà aprire Explorer, cliccare con il tasto destro del mouse sulla barra degli strumenti e selezionare Netcraft Toolbar. A questo punto avremo ben visibile la barra che, oltre a bloccare pop-up non richiesti, impedirà di visualizzare pagine web riconosciute come fraudolente, grazie a un database in continuo aggiornamento.

La toolbar inoltre fornirà molte informazioni relative ai siti web visitati. Ogni volta che si visiterà un sito sarà possibile visualizzare:

  1. Rank, ovvero la popolarità del sito tra gli utilizzatori della toolbar
  2. Site report, una descrizione sintetica delle caratteristiche del sito comprendente indirizzo Ip, proprietario, paese di appartenenza, web server, sistema operativo utilizzato e via dicendo.
  3. Flag, una bandierina raffigurante il paese di appartenenza del sito visitato
  4. NetBlock, un range di indirizzi Ip consecutivi appartenenti alla stessa organizzazione proprietaria del sito.
Le dettagliate informazioni offerte dovrebbero consentire nelle intenzioni della società di sicurezza un'individuazione agevole dei siti fraudolenti.

Oltre a tutte le informazioni visualizzabili "al volo" sulla barra di Netcraft, gli utenti potranno sfruttare altri servizi accessibili cliccando sul pulsante Netcraft. Si potrà ad esempio segnalare un sito che pratica il phishing cliccando su Report Phishing Site o riportare indirizzi erroneamente bloccati cliccando su Report Incorrectly Blocked URL.

Una pecca dello strumento di Netcraft è sicuramente la possibilità di essere installato soltanto su sistemi Windows (neanche tutti peraltro) e la non compatibilità con browser alternativi.Da NetCraft comunque consigliano di pazientare, a breve infatti sarà disponibile una versione compatibile anche con il browser open source Firefox.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Christian
utile ma ..... Leggi tutto
21-1-2005 23:37

:-) ormai avrò un francobollo Leggi tutto
31-12-2004 15:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3277 voti)
Dicembre 2018
L'open Internet rischia di chiudersi
Robot di Amazon manda all'ospedale oltre 20 dipendenti
Le aziende si preparano a sostituire il Wi-Fi con reti 5G private
Lo smartphone con Linux e KDE che non è un telefono cellulare
Hacker viola 50.000 stampanti per invitare tutti su un canale Youtube
Novembre 2018
Facebook e il caso dei messaggi zombie
Malware nei portatili Lenovo, utenti risarciti con 7,3 milioni di dollari
Gioca dal vivo a PUBG e uccide l'amico
Amazon, nomi e indirizzi email degli utenti rivelati per errore
Bethesda e la patch da quasi 50 gigabyte per Fallout 76
Sai che cos'è il phishing? Allora hai più probabilità di cascarci
Il Garante privacy boccia la fattura elettronica
Windows 10, ritorna l'October Update
Tim in piena tempesta: sfiduciato l'amministratore delegato Genish
Windows 10, aggiornamento problematico: non ricorda le associazioni dei file
Tutti gli Arretrati


web metrics