Nascondi l'iPod, arriva zio Bill

In Microsoft i boss non vedono di buon occhio il diffondersi del player di Apple tra i dipendenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-02-2005]

iPod

I dipendenti Microsoft, come è facile immaginare, sono tra i più attenti alle novità tecnologiche. Un'inchiesta condotta dalla celebre rivista Wired ha messo in luce che l'80% degli impiegati della sede di Redmond possiede un lettore di musica digitale; di questi, l'80% ha un iPod.

Traducendo in cifre assolute, consideranto che i dipendenti di Microsoft nella sede principale sono circa 25.000, viene fuori che solo a Redmond ci sarebbero 16.000 iPod, almeno secondo quanto riportato da un dirigente dell'azienda che preferisce rimanere anonimo.

Il lettore di Apple è quindi molto diffuso e non ci sarebbe nulla da dire se l'azienda in questione non fosse Microsoft. Il problema è che l'iPod non è politicamente corretto: al contrario dei lettori musicali di molte altre aziende supportate da Microsoft (Creative, Sony e via dicendo) l'iPod non legge in modo nativo i file in formato Windows Media Audio. Anche i siti che vendono musica online in formato WMA non sono usufruibili.

Di conseguenza l'iPod in Microsoft non è visto di buon occhio. Il dirigente Microsoft intervistato da Wired ha dichiarato: "I vertici dell'azienda sono spaventati. Sebbene si tratti di prodotti Microsoft, nessuno sembra interessato in quello che abbiamo da offrire, nemmeno i nostri stessi dipendenti". E ancora: "Alcuni (dei dirigenti, n.d.r.) sono molto preoccupati per i traditori che non supportano l'azienda". Più volte sono circolate in azienda comunicazioni ufficiali che deplorano l'utilizzo dell'iPod e che "spiegano" ai dipendenti perché l'iPod sia una scelta sbagliata.

Poco prima di Natale, alcuni impiegati si scambiavano consigli per i regali da acquistare; è circolata una mail che avvisava che, vista l'enorme richiesta,presso il vicino Apple Store sarebbero stati disponibili 200 nuovi iPod ogni giorno. A questo messaggio è seguita una smentita ufficiale di Dave Fester, general manager della sezione Windows Digital Media, che recitava più o meno così: "Spero vivamente che i dipendenti Microsoft non acquistino gli iPod. Abbiamo grandi alternative da offrire. Visitate http://experiencemore" (riferendosi a questa pagina)

La reazione dei dipendenti? In molti hanno iniziato a usare l'iPod di nascosto. Le cuffiette bianche di Apple, così immediatamente riconoscibili, sono state sostituite da altre più anonime. Comunque, a seconda dei dipartimenti dell'azienda, il problema è sentito in modo diverso: mentre nella Macintosh Business Unit avere un iPod è quasi di rigore, lavorando nella divisione Windows Digital Media mostrarne uno non è una saggia mossa per la carriera.

Il commento finale rilasciato a Wired dalla persona intervistata: "Non mi interessa affatto se a qualcuno l'iPod non piace. Se vogliono che smetta di utilizzarlo, mi offrano un prodotto che funzioni e che sia semplice da usare". Possiamo dargli torto?

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

arek
mmmm, ma il miglior player.... Leggi tutto
23-2-2005 09:52

mauro
che ce frega Leggi tutto
22-2-2005 21:55

Davide Vori
WMA non è PRO-USER Leggi tutto
22-2-2005 19:19

Francesco Orsenigo
Contrappasso Leggi tutto
22-2-2005 17:27

nikink
Tutto il mondo è paese Leggi tutto
22-2-2005 12:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dove guardi le tue serie Tv preferite?
Alla TV
Sul PC
Sul tablet
Sullo smartphone

Mostra i risultati (2331 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics