World Jump Day, la beffa del salto mondiale

Un sito propone di saltare tutti insieme il 20 luglio 2006 per alterare l'orbita terrestre e sanare il clima. O per gabbare gli ingenui?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-04-2005]

[foto del sedicente professore]

Mi arrendo. Sul sito di Repubblica.it è purtroppo scoppiato un caso del quale ho evitato accuratamente di occuparmi fin qui per la sua manifesta stupidaggine, nella speranza che finisse rapidamente nel dimenticatoio. E così, visto l'accumularsi di richieste di spiegazioni nella mia casella di posta, ora mi tocca scriverne. Risparmiatevi i commenti a base di biciclette e pedalate.

Sto parlando di Worldjumpday.org, il sito che propone di radunare 600 milioni di persone e farle saltare contemporaneamente il 20 luglio 2006, allo scopo di alterare l'orbita terrestre e pertanto migliorare il clima.

Non mi dilungo troppo sul perché l'idea è assolutamente insensata. La massa della Terra ammonta a 6x1024 chilogrammi. Per chi non ha dimestichezza con le potenze, la massa del pianeta equivale a seimila miliardi di miliardi di tonnellate. Seicento milioni di persone, con un peso medio di 80 chili, ammontano a 48 milioni di tonnellate (48x109 kg). Facendo due conticini, salta fuori (se mi passate il gioco di parole) che il rapporto fra questi due valori è 1/125.000.000.000.000.

Traduzione: la massa dei saltatori, se non ho perso qualche zero per strada (e l'avevo fatto, ma sono stato prontamente corretto da un lettore, franco.bat***, che ringrazio), è grosso modo centoventicinquemila miliardi di volte più piccola di quella della Terra. In proporzione, i saltatori hanno la stessa speranza di smuovere il pianeta che ha una mosca di far dondolare una dozzina di superpetroliere legate insieme decollandone e poi posandovisi sopra di nuovo.

C'è poi il dettaglio non trascurabile che i saltatori salterebbero in direzioni differenti (a causa della curvatura terrestre), per cui la loro azione verrebbe applicata senza un verso preciso. Ma se non siete ancora convinti, accomodatevi: anzi, scrivetemi, perché ho in cantina un disco volante venusiano che vi può interessare. Lo metto all'asta insieme alla Fontana di Trevi, prezzo da intenditori.

Ma alllora cosa c'è dietro? A giudicare dai dati di Whois, che rivelano che l'intestatario è un certo Torsten Lauschmann, abitante a Glasgow, si tratta semplicemente di una forma di autopromozione. Lauschmann ha anche altri siti, come Lauschmann.com e Slender Whiteman, che pubblicizzano la sua attività di artista di strada. Le sue attività e i premi ricevuti nel regno Unito sono documentati in Rete.

Non si tratta, insomma, di una raccolta di indirizzi di e-mail ordita da uno spammer, come hanno sospettato in molti. E le fonti scientifiche citate, compreso il "professor Hans Peter Niesward di Monaco", sono inventate di sana pianta: anzi, il filmato del "professore" ritrae probabilmente lo stesso Lauschmann, visto che la voce è identica a quella che si trova sulla sua segreteria telefonica (sì, l'ho chiamata).

Vista la facilità con la quale è stato possibile reperire queste informazioni (numero di telefono compreso), stupisce che Repubblica non metta in dubbio minimamente le credenziali del "professore" e dica che "in questo caso non è possibile fornire dati precisi sull'attendibilità del sito".

Stupiscono anche le parole attribuite al direttore del dipartimento di Fisica del Politecnico di Torino, che sicuramente sono state travisate, perché nessun fisico oserebbe esprimersi a favore di questa teoria, specialmente usando espressioni prive di senso come quelle citate nell'articolo.

Aggiornamento (19/4/2005): Sono stato contattato dall'autrice dell'articolo di Repubblica, che conferma le parole del direttore del dipartimento, di cui ha registrazione. Sono allibito.

Tanto di cappello, insomma, a Torsten Lauschmann, che è riuscito a farsi pubblicità sfruttando sapientemente le risorse di Internet; e cappello da asino a tutti quelli che hanno incautamente pubblicato e passato agli amici questa burla senza fare il minimo sindacale di ricerca.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Attivissimo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 55)

al massimo quelli che saltano dovrebbero stare tutti nello stesso posto, non sparsi per il mondo, una legge della fisica dice che 2 forze contrapposte si annullano in parte o totalmente, l'idea potrebbe funzionare se si riunissero tutti nello stesso continente e saltassero insieme... ma magari si rompe la crosta e finiscono tutti arrosto... Leggi tutto
23-11-2007 10:06

Ma il centro dell'oscillazione resta fermo. Non Ŕ possibile spostare il centro di massa di un sistema chiuso , se non applicando una forza dall'esterno. Leggi tutto
22-11-2007 22:44

{giasone}
non è proprio così Leggi tutto
22-11-2007 18:20

{Vaccari Fabio}
Siete stati fortunati.. Leggi tutto
12-5-2007 15:44

Ragazzi, io oggi ho la Luna storta. Non dipenderÓ dal fatto che saltando mi avete spostato l'asse e vedo male la Luna? :D
25-7-2006 10:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ŕ la pi¨ grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si Ŕ lý da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa Ŕ troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (941 voti)
Dicembre 2019
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Tutti gli Arretrati


web metrics