Playstation Portable, già craccato il sistema anticopia

Sony si salva (per ora) soltanto per un'astuta contromisura fisica



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-05-2005]

[foto della Playstation Portable]

L'autorevole sito The Register riferisce che è già stata trovata una soluzione che consente di aggirare la protezione anticopia usata da Sony sulla Playstation Portable, che è già in vendita in USA e verrà lanciata in Europa il primo settembre. La notizia è confermata da Reuters, che indica Ps2nfo.com come fonte della scoperta.

La PSP usa un formato particolare di disco, denominato UMD (Universal Media Disc), per i giochi e altri contenuti (compresi film e musica). I dischi, simili ai DVD ma di dimensione differente e con una capienza di 1,8 GB, sono protetti tramite codici regionali (come i DVD tradizionali), da un codice identificativo univoco per ogni singolo disco e da un sistema di cifratura dei contenuti basato su AES.

Il problema della pirateria spicciola non si pone, almeno per il momento, perché Sony ha astutamente scelto un formato fisico del disco diverso da quelli standard e soprattutto perché non sono disponibili dischi UMD vergini. Questo è un ostacolo insuperabile per l'utente normale, ma non per la criminalità organizzata, che presumibilmente riuscirà ad attrezzarsi con fabbriche clandestine complete, parallele a quelle ufficiali, se il formato ha successo.

Tuttavia esiste una strada possibile anche per l'utente comune che desideri, per esempio, tutelare il proprio acquisto creandone una copia di backup. La PSP legge e scrive i Memory Stick, di cui esistono già versioni sufficientemente capienti da contenere un intero disco UMD.

The Register nota, inoltre, che alcun videoregistratori digitali (PVR) di Sony di prossima uscita già prevedono l'opzione di trasferire su Memory Stick i film registrati. E' probabile, quindi, che anche quest'ostacolo verrà presto superato, con buona pace di chi pensa di poter ricorrere alla tecnologia per tutelare il proprio prodotto ancor più severamente di quanto preveda la legge, defraudando il consumatore dei propri diritti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Attivissimo

Approfondimenti
Hackerata Cinavia, la protezione di BluRay e DVD

Commenti all'articolo (3)

MaX
verissio per il game cube ma anche sega ai tempi di sega saturn e sega dreamcast se non erro tentò qualcosa di simile ma molto molto più blando in sostanza erano cd che giravano al contrario ma ben presto si trovò il modo di copiarli ed emularli su pc
10-5-2005 16:11

Purplet
Il gamecube ha retto parecchi anni grazie al sistema fisico .. (i dischi del gc sono sostanzialmente dvd da 8cm registrati in senso inverso, da fuori verso il dentro come i vecchi LP)
9-5-2005 10:45

Spero solo che siano pochi a compralaI veri disaggi li causano solo ai ragazzi che magari vogliono scambiarsi qualche titolo con gli amici, la criminalità troverà ancora una volta il sistema per guadagnarci...
7-5-2005 12:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (400 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 20 settembre


web metrics