Passaporto biometrico, gli USA si arrendono

La fuga in avanti ad alta tecnologia si rivela un fallimento costoso. Tutto da rifare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-06-2005]

copertina di passaporto

Electric news riferisce che gli USA stanno per abbandonare il progetto del passaporto biometrico in quanto la tecnologia è stata finalmente riconosciuta inaffidabile. Potremo quindi tenerci i nostri normali passaporti senza incorrere in schedature da Minority Report se vogliamo andare in vacanza in USA.

Secondo il programma Visa Waiver, sarebbe diventato più facile e veloce entrare negli Stati Uniti per chi avesse avuto un passaporto biometrico, contenente un chip con dati sulle impronte digitali e i reticoli retinici del titolare.

Concepito come misura antiterrorismo e subito criticato dagli esperti di settore, il passaporto biometrico doveva entrare in vigore entro ottobre 2004 per i 27 paesi (compresa l'Italia) che partecipano al Visa Waiver, ma il Dipartimento USA per la Sicurezza Nazionale ha poi disposto un rinvio di dodici mesi.

In sintesi, la biometria attualmente genera troppi "falsi positivi": ossia errori di riconoscimento, per cui rischia di segnalare erroneamente che chi esibisce il passaporto non è il vero titolare quando in realtà lo è. Lo confermano anche i test condotti su 10.000 volontari nel Regno Unito nel 2004, quando si tentò inutilmente di introdurre una carta d'identità high-tech: il tasso di fallimento è inaccettabilmente alto. Così alto da non offrire nessuna delle garanzie promesse.

Così gli USA ripiegano su un passaporto a "media tecnologia": potranno infatti continuare a partecipare al programma Visa Waiver i titolari di passaporto recante una fotografia digitale contenente appositi codici di autenticazione. Niente chip o impronte, insomma.

E' prevedibile quindi che il grande progetto di biometrizzare i passaporti italiani finisca quatto quatto nel dimenticatoio.

Va chiarito, comunque, che anche la biometria più affidabile del mondo non farebbe nulla contro il terrorismo: un passaporto biometrico si basa infatti su altri documenti non biometrici, che possono essere falsificati con le normali tecniche o essere autentici ma provenienti da paesi inaffidabili.

Se Osama bin Laden volesse un passaporto biometrico, non avrebbe problemi a procurarselo, insomma, e ci sarebbe anzi il rischio che i controllori si fidino ciecamente della biometria e quindi abbassino la guardia di fronte a chi esibisce il superpassaporto.

Ancora una volta, la predilezione per le soluzioni magiche basate sulla supertecnologia deve arrendersi di fronte alla realtà.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Attivissimo

Commenti all'articolo (3)

Bin Larden
il mondo può fare a meno delgi USA Leggi tutto
16-6-2005 02:04

webexplorer
Come Bambini Leggi tutto
15-6-2005 11:42

Chi è causa del suo mal, pianga sè stesso Leggi tutto
14-6-2005 18:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto usi il tablet?
Molto. Ce l'ho sempre con me.
Almeno una volta al giorno.
Non tutti i giorni.
Raramente.
Non lo uso quasi mai.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (2064 voti)
Dicembre 2019
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Tutti gli Arretrati


web metrics