Comdata apre i call center in Piemonte

A differenza di altre gestori telefonici che chiudono la propria attività in Piemonte, Comdata, specializzata nell'help desk, potenzia la sua presenza nella regione subalpina.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-07-2005]

Negli ultimi anni il declino industriale che sta vivendo drammaticamente il Piemonte, dalla crisi dell'automobile a quella del tessile, ha investito anche il settore delle Tlc, almeno dal punto di vista occupazionale, nonostante questo sia uno dei pochi settori in crescita e ad alta redditività in Italia.

Dalla Telecom Italia che ha trasferito la Direzione generale da Torino a Milano e ha chiuso numerose sedi provinciali e quasi tutti i centri periferici, alla Wind che, con un piano di ristrutturazione di questi mesi, ha declassato la sede di Ivrea, che aveva già perso Omnitel con il passaggio a Vodafone, e trasferito numerosi dipendenti a Milano.

Anche Tim ed, ora, Telegate, la società di Call Center delle Pagine Gialle, smantellano o ridimensionano la propria presenza in Piemonte. Un segnale, invece, positivo ed in controtendenza è quello di Comdata, società leader nel campo della gestione informatizzata dei documenti e delle applicazioni CRM. Comdata nasce nel 1987 ad Asti per gestire la montagna di documenti prodotti da Telecom Italia ed ora da molti altri gestori nel proprio centro, tra i più grandi in Europa, ed ora ha circa 2.100 dipendenti, prevalentemente con contratto a tempo indeterminato. Comdata continua ad assumere e lo sta facendo in questi giorni per il la sua sede di Torino, in pieno centro, a due passi dall'Università torinese. Una scelta quella di stare vicino all'Università adottata per pescare al suo interno giovani studenti da impiegare principalmente in attività di help desk per i principali gestori telefonici italiani, in particolare a Torino per l'help desk di Alice di Telecom Italia.

La sede di Torino, che ospita la stessa direzione generale della società, a regime potrà disporre di trecento postazioni di Call Center e già impiega centocinquanta dipendenti ma intende aumentarli: una boccata di ossigeno, per l'occupazione giovanile torinese, basta pensare che nella prima fase di ricerca del personale per questa sede Comdata ha ricevuto ben dodicimila curriculum ma anche per il miglioramento della qualità dei servizi di assistenza di Telecom Italia, che non riescono più a reggere, senza aumentare le postazioni di lavoro dedicate, l'onda d'urto del boom dell'Adsl.

Una scelta quella di Comdata che va controcorrente anche rispetto al Gruppo Cos di Alberto Tripi che ha privilegiato, finora, le regioni meridionali per trovare più facilmente manodopera scolarizzata a buon mercato ed usufruire degli incentivi per chi crea occupazione al Sud o come il gruppo Eutelia, che ha assorbito la torinese NoiCom(e trasferito parte del personale ad Arezzo che, invece, punta addirittura alla Romania per i suoi Call Center.

Vedremo se questo "modello piemontese" di Call Center, che privilegia comunque la fornitura di assistenza in outsourcing per i gestori, piuttosto che il telemarketing che ormai sta perseguitando i clienti italiani, continuerà con gli attuali criteri che per ora privilegiano occupazione stabile, investimenti nella formazione, perseguimento di un buon clima tra il personale e anche con i sindacati, ambienti di lavoro confortevoli, carattestiche positive, certamente, presenti nella sede torinese di questa realtà aziendale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

{Gabriela}
Info sulla Romania Leggi tutto
25-4-2008 11:22

Ma io ti dico che qualcosa sta cambiando in Comdata... E in positivo.. Anche io ho dei compiti di responsabiita'... E in una commessa storica... In bocca al lupo a tutti
5-2-2006 18:10

se comdata è il futuro? quale futuro più grigio per noi.. Leggi tutto
30-12-2005 12:03

fiorenzocodognotto
Se questo è il futuro.. siamo rovinati! Leggi tutto
5-8-2005 01:04

Biska
Cos'è, uno scherzo? Leggi tutto
15-7-2005 15:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Pensi che il carpool dinamico (passaggi a utenti che fanno lo stesso percorso organizzandosi via web o smartphone) sia una buona soluzione per diminuire il traffico e abbassare i costi?
E' una buona idea, a patto che sia sicuro, il costo sia basso e non si debba essere legati ad alcun utente.
Non credo che funzionerà in Italia.
Non ne sono sicuro, ma potrebbe funzionare.
Controllerei le referenze dell'autista designato prima di salire sulla sua auto. Ma utilizzerei il servizio.
Parteciperei volentieri perché è un'ottima idea!
Potrei usufruirne, anche per ridurre l'inquinamento, anche se ho la mia auto. Qualche volta potrei fungere da autista.

Mostra i risultati (1552 voti)
Ottobre 2019
MacOS Catalina, controllate le applicazioni prima di migrare
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Tutti gli Arretrati


web metrics