Quando il pregiudizio di massa diventa Wikipedia

Una diffamazione nei confronti di un anziano signore americano è rimasta per mesi sull'enciclopedia più grande del mondo. E' subito polemica.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-12-2005]

wiki

John Seigenthaler Sr. ha 78 anni e sembra che goda di ottima salute. E' stato direttore del Tennessean a Nashville.

Questi dati biografici così scarni potrebbero non rivestire un qualsivoglia interesse per nessuno. A parte il fatto che può far piacere che un simpatico vecchietto americano sia arrivato a quell'età in condizioni fisiche eccellenti, e che abbia avuto una carriera brillante.

Ma Steigenthaler è la vittima di uno dei tanti "si dice" mai dimostrati, di cui il mondo è pieno. "Si pensava fosse stato direttamente coinvolto negli assassinii sia di John che di Bob Kennedy (...) ma non è mai stato provato nulla."

=====
Promo: Compri, vendi, scambi? Nuovo portale di annunci gratuiti
=====

Immaginate che cosa pensereste voi nell'apprendere questa notizia se foste il signor Seigenthaler in persona. Soprattutto, provate a immaginare la vostra reazione se questa notizia falsa, diffamatoria e comunque inutile fosse stata divulgata da Wikipedia, l'enciclopedia libera on line.

Questo è esattamente quello che è successo a Seigenthaler, che ha di nuovo vestito i panni di giornalista per denunciare questa grottesca esposizione al pubblico ludibrio, con un articolo per Usa Today, mettendo in evidenza, tra le altre cose, che le informazioni su di lui si trovavano su Wikipedia da alcuni mesi e che, con ogni probabilità, erano state riprese anche da altri siti in una cassa di risonanza telematica amplificata.

La funzione di Wikipedia, la sua originalità, la correttezza sostanziale della maggior parte dei suoi contenuti, i suoi metodi di correzione non sono minimamente in discussione (anche se siamo convinti che il signor Steigenthaler la pensi in maniera radicalmente differente). Quella su cui invece il dibattito si accende è la facilità con cui è possibile diffondere notizie di questo genere senza che possano essere verificate e, se del caso, rettificate.

Il punto è che quello di Seigenthaler non è esattamente il caso dell'informazione scorretta. Non è una data storica sbagliata, non è un errore di battitura sulla superficie di uno Stato, o l'attribuzione di un'opera letteraria a uno scrittore piuttosto che a un altro. Sono cose che non dovrebbero accadere nemmeno in quella che è stata definita dal New York Times come "la maggiore enciclopedia della storia del mondo", ma è indubbio che per la sua peculiarità e per il fatto che a Wikipedia abbiano contribuito e contribuiscano milioni e milioni di persone, errori di questo genere possono sfuggire e restare in linea anche per un tempo non ben meglio identificato o identificabile.

Il punto è che è stato fatto un salto di qualità in negativo nella logica dell'informazione in rete: là dove una comunità di persone "licenzia" una notizia, perché la condivide o perché semplicemente non si accorge che è platealmente diffamatoria, quella notizia diventa vera.

Jimmy Wales ha dichiarato: "Abbiamo sempre problemi con delle persone che cercano ripetutamente di danneggiare i nostri siti", magari forti dell'anonimato che non ha permesso a Seigenthaler di risalire neanche all'autore della notizia che lo ha visto vittima involontaria, e della tutela della privacy che negli States bloccherebbe qualsiasi iniziativa di questo genere.

Non ci sono dubbi che i contributi a Wikipedia sono ingentissimi, e che rimane sempre più difficoltoso controllarne il contenuto. In questo senso pare che il sistema stia crollando sotto il proprio stesso peso, come accade a molte iniziative in linea, là dove le forze e gli strumenti necessari alla gestione sono superiori alle possibilità di chi gestisce. E' un dato di fatto che ciò che Wikipedia contiene (ancorché imperfetto e, quindi, perfettibile) rappresenta un patrimonio unico e in continua mutazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

diminuiscono le pagine protette Leggi tutto
3-7-2006 12:03

Aggiornamento di sicurezza Wikepedia Leggi tutto
3-7-2006 11:22

a volte mi verrebbe voglia di correggere qualcosa Leggi tutto
16-12-2005 23:41

no madvero, non credo che il tuo sospetto sia tanto campato in aria... a maggior ragione urge riorganizzare il Grande Wiki in maniera più sicura
16-12-2005 22:46

sto giro voglio assolutamente fare la parte dell'avvocato del diavolo (almeno nel caso specifico di wikipedia). le enciclopedie, sia cartacee sia virtuali, costano una fucilata e necessitano ulteriori esborsi per gli aggiornamenti. wikipedia non costa nulla all'utente finale, e ben presto sarà molto più aggiornata ed accurata delle... Leggi tutto
16-12-2005 22:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Numerosi utenti lamentano disservizi con i coupon-sconto. Quale di questi inconvenienti giudichi più grave?
La difficoltà nell'ottenere i rimborsi (o l'avere come rimborso un altro coupon anziché i soldi).
Non avere un livello adeguato di assistenza al cliente.
L'impossibilità di prenotare un servizio nonostante si sia acquistato il voucher (a causa di scarsa disponibilità da parte di chi eroga quel servizio).
Il trattamento diverso, da parte di chi eroga il servizio, nei confronti di chi paga con un coupon rispetto agli altri clienti.
Il ritardo nella consegna dei prodotti.
La non corrispondenza dell’acquisto effettivo con l’offerta iniziale.
La mancanza di modalità specifiche per i reclami.
Il fatto che l'esercizio per il quale si è acquistato il voucher ha chiuso o il servizio non è più attivo.
La mancata emissione della ricevuta fiscale da parte dei portali.
Non ho mai riscontrato alcuno di questi inconvenienti.

Mostra i risultati (981 voti)
Gennaio 2019
Un futuro senza chiavette USB
Facebook sotto accusa: giochini per ''spennare'' gli utenti più giovani
Pubblicata la ''master list'' degli hacker
Un intero computer (completo di schermo e tastiera) all'interno di un mouse
Non è reato filmare una donna nuda in casa sua se non usa le tende
Sei consigli per difendersi dal ransomware
Windows 7 riconosciuto come contraffatto dopo le ultime patch
IoT sotto attacco: ora tocca alle vasche idromassaggio
Apple taglia la produzione di iPhone: l'obsolescenza programmata non funziona più
Il primo computer quantistico progettato per applicazioni commerciali
Il bat-sonar Microsoft usa gli altoparlanti intelligenti per mappare intere stanze
Otter Browser, il vero successore di Opera Classic
Mozilla sperimenta gli spot in Firefox. Gli utenti insorgono
Richard Stallman fa i complimenti a Microsoft
Dicembre 2018
Microsoft cambia Pulizia Disco per salvare gli utenti sbadati da sé stessi
Tutti gli Arretrati


web metrics