L'Iguana colpisce ancora

Esce il terzo volume della serie dell'Iguana: storielle divertenti e battute vere tratte dalle conversazioni quotidiane degli operatori dell'892424 di Pagine Gialle con i loro clienti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-01-2006]

iguana

Il 2005 sarà ricordato come l'anno della liberalizzazione dei servizi telefonici di informazione e del boom dei tanti concorrenti, nati dopo la chiusura del 12. Tra questi servizi, uno dei più conosciuti (per aver cominciato anni fa a fare concorrenza a Telecom Italia) è l'892424, il Call Center delle Pagine Gialle, che ora offrono anche il 12.40 Pagine Bianche.

Gli operatori del call center dell'892424, gestito da Telegate (che fa parte del Gruppo Seat e gestirà i call center tedeschi di Vodafone), sito a Torino, negli ex stabilimenti Fiat del vecchio Lingotto, nei giorni scorsi hanno concluso un'importante accordo, dopo molti mesi di lotte e scioperi, per trasformare in contratti a tempo indeterminato alcune decine di contratti a termine.

Dopo i precedenti due volumi, "Vorrei un'ambulanza per l'Iguana di mia sorella" e "Il ritorno dell'Iguana", esce un terzo volume di storielle divertenti e battute spassose, tratte da conversazioni telefoniche reali tra clienti e operatori che si intitola "L'Iguana colpisce ancora", edito da Lupetti. Il ricavato delle vendite del libro è destinato al Comitato Telethon per la cura delle malattie genetiche.

I due utenti simbolici, Giovanni e Anna, rappresentativi delle quasi 20 milioni di chiamate ricevute nel 2005, sono "fortissimi". C'è Anna che chiama e chiede: "Vorrei un parrucchiere... anzi no... un veterinario... anzi no... insomma dove faccio rasare il mio cane??"

Giovanni chiama l'operatore e gli chiede: "Senta, può far dare un annuncio in stazione col megafono che ci siamo persi?"

Anna: "Siamo chiusi nel museo, è pausa pranzo, ci manda qualcuno ad aprire?", Giovanni: "Ora che mi ha dato il numero della pizzeria mi deve trovare anche una scusa perché io in realtà dovevo essere lì un'ora fa...", sempre Giovanni: "Ho trovato una donna per strada.... mi passa una casa di riposo?".

Gli italiani dimostrano di aver preso sul serio le promesse di aiuto in ogni circostanza del servizio e vi si affidano fiduciosi, con richieste tipo: "Devo andare a teatro: come ci veste adesso?", oppure: "Mi si è rotto il telecomando, può pensarci lei?", "C'è un numero telefonico dove fanno i condoni delle multe stradali oppure delle amnistie per i punti della patente?", "Nei vostri files ci sono anche i funerali del giorno?" e ancora: "Mi cerca uno di quei posti dove la mia fidanzata e io possiamo cenare con la sola biancheria addosso?"

Scheda
Titolo: L'iguana colpisce ancora
Autore: 892424 Pronto Pagine Gialle
Editore: Lupetti
Prezzo: 6,50 euro

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (1)

non vedo il motivo di tanto stupore: a forza di vedere claudio bisio che chiede alle sorridenti operatrici telefoniche come pettinarsi prima di andare al messicano coi cinesi, l'utente televisivo medio è indotto a credere di poter chiamare l'892424 ed ottenere risposta alla domanda "noio vulevam savuar per andar dove dobbiamo andar... Leggi tutto
25-1-2006 01:22

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quasi la metà delle famiglie italiane (nel 2012 erano il 45,5% secondo Confindustria Digitale) non possiede ancora un collegamento a Internet. Qual è secondo te il principale motivo?
La connessione a banda larga non è disponibile.
Motivi di privacy e sicurezza.
Mancanza di skill e capacità d'uso.
Alto costo del collegamento.
Alto costo degli strumenti.
Internet non è utile.
Accedono a Internet da altro luogo.

Mostra i risultati (3553 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics