Hackerare i cellulari con Linux

Il mondo hacker si accorge del telefonino: nascono le prime distribuzioni del pinguino su cellulare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-01-2006]

Il Qtek 9090 pinguinato

Immaginate una città in cui l'internet sia accessibile da tutti, in ogni punto, attraverso una rete wi-fi. Potrebbe essere vero tra non molto. Immaginate che il vostro telefonino sia in grado di scegliere, tra la rete GSM, quella UMTS e quella Internet/wi-fi.

In ogni momento potrete scegliere la comunicazione meno costosa per voi e per i vostri interlocutori. Questo significa, nelle zone coperte wi-fi, comunicare quasi gratis. Il tutto, badate bene, senza commettere alcuna illegalità, tipo craccare password, scroccare connessioni o clonare schede SIM.

Fantascienza, certo. Ma non a causa di difficoltà tecniche particolari. Esistono in commercio degli onestissimi telefonini in grado di utilizzare, via VOIP, la connessione internet di casa.

Abbiamo come la sensazione che questi non potranno utilizzare la rete wi-fi municipale (se e quando ci sarà). Semplicemente perchè, in questo modo, diminuirebbero i faraonici e feudali profitti delle telecom. E i loro fedeli alleati, vale a dire il produttori di hardware e software dei telefonini, non possono permetterlo.

Per questo, le macchine che crediamo di aver acquistato, sono pesantemente menomate nelle loro funzioni, rese completamente inaccessibili, e quindi al di fuori del nostro controllo.

Acquistare un computer palmare iperfighetto e poi usarlo come un comune cellulare, menomato nelle funzioni, non è un'esperienza entusiasmante per tutti. L'unico modo per avere il controllo della propria macchina è cambiare il sistema operativo. Solo recentemente il mondo hacker, Linux in testa, si è accorto di aver trascurato per troppo tempo la telefonia cellulare.

È una curiosa mancanza, questa, per il pinguino: è riuscito a contaminare macchine molto popolari, dai PC di tutte le piattaforme, ai palmari, alle consolle di videogiochi. Ma i telefonini mobili, presumibilmente presenti nelle tasche degli hacker di tutto il mondo, non sono stati ancora toccati.

Ci sono palmari Linux a cui si può applicare una scheda SD GSM/GPRS che li trasforma in cellulari. Ci sono pure degli apparecchi, come il Motorola A780, basati su una versione embedded del pinguino. Ottime realtà, certo. Ma sono realtà parzialmente proprietarie, in cui non si ha il controllo della macchina. Quindi non si può parlare di hacking.

Suscitano invece notevole interesse i progetti OpenEZX, che mira a trasformare il kernel dei Linux-Motorola in una base estendibile a tutti i telefonini, e Xanadux. Un articolo su Linuxdevices.com si occupa proprio di quest'ultimo progetto, che ha come scopo installare Linux sui telefonini HTC, noti con il marchio Qtek.

Wallaby, Himalaya, Blue Angel e Magician sono i loro nomi in codice, ma sul nostro mercato hanno assunto più anonime sigle, come Qtek 1010, 2020, 9090 oppure S100. Questi interessanti apparecchietti, a metà strada tra un palmare e un telefonino, nascono blindati da un sistema operativo Windows CE, con funzionalità veramente limitate.

Alcuni esempi: sul frontale del Blue Angel ci sono dei pulsanti che, se premuti, connettono direttamente la macchina all'internet via GPRS. Con il software disponibile non è possibile evitare che la connessione parta involontariamente quando il PDA è in tasca, provocando un salasso economico.

Non è possibile impostare una password decente al posto del PIN (un palmare può contenere molti dati sensibili), o meglio, codificare i dati memorizzati. E si è in balia di virus, tradizionale pecca di tutti i sistemi Windows, e di spam.

Linux permetterà di risolvere tutti questi problemi, ma il lavoro degli sviluppatori (peraltro quasi tutti europei, principalmente da Regno Unito, Olanda, e Germania) è stato e sarà molto duro, dovendo retroingegnerizzare completamente i chiusi telefonini HTC.

Comunque, a due anni dalla nascita del progetto, Xanadux ha ottenuto il primo risultato: il Blue Angel/Qtek 9090 linuxato può fare e ricevere telefonate, anche se le funzionalità del sistema operativo non sono ancora paragonabili al Win CE preinstallato.

Ai più potrà sembrare ancora poco, ma siamo sicuri che questi ragazzi hanno aperto una strada, in un settore, come quello della telefonia cellulare, fondamentale per l'economia del futuro. Auguri a loro e a tutti quelli che cercheranno di imitarli.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Ben venga linux sui cellulari Leggi tutto
9-1-2006 20:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto spam ricevi in media ogni giorno?
Uno o due messaggi
Meno di dieci messaggi
Tra i dieci e i venti messaggi
Tra i venti e i cinquanta messaggi
Tra i cinquanta e i cento messaggi
Tra i cento e i cinquecento messaggi
Oltre cinquecento messaggi

Mostra i risultati (3707 voti)
Dicembre 2022
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 dicembre


web metrics