Quel regolamento sull'Adsl che manca ancora

Lo si attendeva per fine 2006, speriamo nell'inizio del 2007: un regolamento dell'Authority per gli utenti Adsl.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-01-2007]

Quanto tempo deve attendere un cliente prima che l'Internet provider gli attivi il nuovo collegamento Adsl, dopo aver sottoscritto il contratto? Quanto tempo deve attendere un cliente prima che il suo Internet provider gli cessi l'Adsl e gli dia il via libera per passare a nessun o un altro gestore? Quali indennità deve corrispondere il provider se ritarda nell'attivazione o nella cessazione? E quanto tempo può passare prima che riparino un guasto Adsl? Che indennità sono previste, come già esistono per i guasti della linea telefonica, in caso di ritardo della riparazione? Quali sono i tempi di attesa per il call center, quali le procedure di reclamo e di conciliazione?

Finora tutto questo è stato affidato alla buona volontà dei gestori telefonici e degli Internet provider, alle loro normative interne spesso puntualmente ignorate e disattese dagli stessi gestori e dal loro personale. Mancava e manca tuttora un regolamento, una carta dei servizi per l'Adsl obbligatoria, uniforme e vincolante per tutti i provider dell'Adsl, da Telecom Italia ai suoi concorrenti, che non escluda ulteriori migliorie da parte dei gestori ma costituisca una base minima di garanzie per gli utenti Adsl.

Era attesa per la fine del 2006, quasi un regalo dell'Authority per Natale, ma non è ancora arrivata; speriamo che il presidente Calabrò, particolarmente prodigo di interviste ai media negli ultimi giorni del 2006, non se la dimentichi nel 2007.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

{POLLON}
Tante fumo ed al solito poco arrosto Leggi tutto
5-1-2007 10:37

Era meglio l'attesa Leggi tutto
4-1-2007 20:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per cosa soprattutto ti sono utili i social media, sul lavoro?
Per prendermi una pausa dal lavoro
Per comunicare con gli amici e la famiglia mentre sono al lavoro
Per comunicare con i miei contatti professionali
Per trovare informazioni che mi aiutino a risolvere problemi di lavoro
Per costruire o rinforzare relazioni personali con i colleghi o i miei contatti di lavoro
Per scoprire cose sulle persone con cui lavoro
Per porre domande relative al lavoro a persone fuori dalla mia azienda
Per porre domande relative al lavoro a persone dentro la mia azienda

Mostra i risultati (441 voti)
Febbraio 2020
Il primo smartphone con Windows 10
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Tutti gli Arretrati


web metrics