Gli Arabi invisibili del Web

Una realtà poco conosciuta in Europa è il boom dei blogger indipendenti nei Paesi Arabi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-01-2007]

"Gli occidentali? Pensano ancora che arabo significhi cammelli, tende e mille e una notte". Così sintetizza il suo pensiero Haitham Sabbah, trentenne, ingegnere palestinese, blogger di Sabbah's Blog, uno dei blog più famosi del mondo arabo.

E' una delle testimonianze che ci permettono di conoscere meglio il mondo dei blogger dei giovani arabi, contenute nel saggio di Paola Caridi, giornalista specializzata in Medio Oriente, che esce in questi giorni da Feltrinelli, con il titolo Arabi Invisibili - Catalogo ragionato degli arabi che non conosciamo. Quelli che non fanno i terroristi.

Nei Paesi Arabi risiedono circa 300 milioni di persone, di cui oltre 100 milioni sono giovani, milioni dei quali hanno dimestichezza con il Web e nei loro blog raccontano la lora realtà, la loro vita quotidiana spesso senza riferimenti alla politica o alla religione per sfuggire ai controlli della censura e per non andare in galera; e sono una realtà in continua espansione.

Non c'è solo Al Jazeera, la Tv satellitare più seguita in questo mondo e anche in Europa dalle comunità all'estero e anche dagli occidentali, e le sue sorelle, gli altri canali Tv di stato e, spesso, controllati rigidamente dai governi e dalle autorità religiose.

Come in Europa e negli Usa si sviluppa un movimento che, dal web ricerca un'alternativa all'informazione televisiva massificante e diretta dall'alto al basso, anche nei Paesi Arabi il citizen jornalism, ossia il giornalismo fatto dal basso dai cittadini, è una realtà in crescita.

Lo dimostra il caso della Tunisia, dove il presidente Ben Alì ha investito in un alfabetizzazione informatica di massa e cercando di introdurre Pc in tutte le famiglie, e ora forse se ne è pentito: l'unica opposizione vigorosa e pericolosa al suo regime è quella dei giovani cyberdissidenti. Oppure si pensi all'Egitto e ai suoi blogger condannati a pene pesanti.

Ci sono i tre fondatori di bahrainoline.org (il Bahrein è un piccolo emirato del Golfo); processati nel 2005, sono stati messi fuori quasi subito, anche in seguito alle proteste video on line di altri blogger, prima del Gran Premio di F1 che lì si svolge, per evitare le reazioni dell'opinione pubblica internazionale.

Qualche compromesso i blogger lo devono fare come Mahmood's Den, il blog di Mahmood al Yousif, che ha accettato di togliere qualche articolo critico verso il governo per evitare il blocco del sito, ma che continua a svolgere un'azione di critica delle divisioni tribali del Paese. C'è il caso del Kuwait, dove nel 2007 le donne hanno raggiunto finalmente il diritto di voto, grazie anche a una campagna on line portata avanti dai blogger kuwaitiani.

Perfino la Siria, guidata da una dura dittatura, vive una sua "primavera telematica" della libertà di opinione: lo dimostra all4syria.org, una newsletter quotidiana con quindicimila iscritti, redatta da Ayman Abdel Nour, che guida l'opposizione interna al partito unico siriano Baath. C'è anche Ammar Abdulhamid, dissidente siriano, autore del blog amarji.blogspot.com, "il blog di un eretico", stante la sua posizione laicissima, che alla fine è stato costretto all'esilio negli Usa.

Per l'autrice il ruolo dei blog nel mondo arabo, segnato da lotte per la libertà e la democrazia contro regimi autoritari e repressivi e dallo scontro tra integralisti e laici moderati, è lo stesso che svolse il Samizadt nei Paesi dell'Est, in Urss o in Cecoslovacchia, negli ultimi anni delle dittature comuniste, in cui i dissidenti diffondevano dei testi di critica politica ma anche romanzi, poesie, canzoni, proibite dal regime, ricopiandole a macchina e passandosele clandestinamente, a rischio del carcere.

Scheda
Titolo: Arabi Invisibili
Sottotitolo: Quelli che non fanno i terroristi
Autore: Paola Caridi
Editore: Feltrinelli
Prezzo:14 euro

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa fai se l'antivirus non ti permette di installare un programma?
Disattivo temporaneamente l'antivirus per installare il programma che considero affidabile
Non installo il programma. Forse ce n'Ť un altro simile cercando su Internet
Creo regole di esclusione per le applicazioni di cui sono sicuro/a

Mostra i risultati (1634 voti)
Marzo 2023
CorePC: una versione di Windows leggerissima, modulare e più sicura
iPhone 15, addio alle SIM anche in Italia?
Hyundai: i touchscreen nelle auto sono pericolosi
Windows 11, ancora SSD lenti dopo l'ultimo aggiornamento
La IA entra in Gmail e nei Documenti di Google
Samsung beccata a barare sulle foto della Luna
Perché c'è una fotocamera negli scanner dei supermercati?
Il primo datacenter lunare sta per aprire i battenti
Amazon chiude 8 negozi “senza commessi”
Meta inietterà la IA in WhatsApp, Facebook Messenger e Instagram
Febbraio 2023
Intelligenza artificiale: il programmatore pericoloso
SPID a rischio, due mesi per deciderne il futuro
L'UE vara il Portafoglio per l'Identità Digitale
Sfida su TikTok costringe ad aggiornare 8 milioni di auto
Windows 11 è praticamente uno spyware
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 aprile


web metrics