eBay con Mozilla e tutto il mercato brilla

Un accordo tra i due big permetterà di seguire online l'evoluzione delle offerte.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-03-2007]

La Fondazione Mozilla e il sito di riferimento per le vendite online si sono associati in modo da permettere agli inserzionisti di seguire più facilmente l'andamento delle loro proposte. "Firefox è una piattaforma robusta e affidabile, che consente facili integrazioni con i servizi web" ha detto Christopher Beard, vicepresidente al marketing in casa Mozilla, promettendo che "nuovi dettagli saranno forniti nel corso dell'anno".

Da parte della casa d'aste online si sottolinea che i due associati "lavorano con una tecnologia d'avanguardia per un diverso approccio ai servizi web che permetterà agli utilizzatori di eBay di restare informati sulle offerte in corso indipendentemente dalla pagina aperta in quel momento".

La joint venture per ora sembra limitata all'Inghilterra, Francia e Germania, evidentemente le piazze ritenute più appetibili sotto il profilo della disponibilità finanziaria degli utenti; stupisce un po' che non siano interessati direttamente gli States, ma forse per ora si tratta di un esperimento "in corpore vili". Quanto alla fondazione Mozilla, forse dovremmo cominciare a considerarla una ex fondazione, vista la spiccata propensione al marketing dimostrata in questi ultimi tempi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3445 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics