I ricercatori di TiLab contro l'At&T

I ricercatori dei centri di ricerca TiLab di Torino, inventori dell'Mp3, dicono no all'arrivo degli americani in Telecom.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-04-2007]

In Via Guglielmo Reiss Romoli a Torino, nei Laboratori Telecom Italia Lab, già Cselt, è nato il formato Mp3, è stata fatta la prima telefonata Umts nel 1999; si tratta di uno dei pochi fiori all'occhiello della ricerca nelle tecnologie avanzate in Italia.

E' una comunità di mille laureati, uomini e donne, prevalentemente giovani, provenienti da tutta Italia; è il maggiore centro di ricerca nelle Telco dopo il Cnet di France Telecom e oggi, tra loro, c'è molta preoccupazione per il futuro, dopo l'annuncio dell'arrivo degli americani di At&T in Telecom Italia.

Cosa lasceranno della ricerca in Italia i nuovi padroni? Che garanzie riuscirà a strappare la politica per TiLab, che avrebbe dovuto essere il cuore di Torino Wireless, il distretto italiano delle telecomunicazioni dove la stessa Motorola ha deciso di sviluppare il suo ultimo modello di telefonino Umts?

Per loro lo slogan dei sindacati delle telecomunicazioni di Cgil-Cisl-Uil, che hanno proclamato lo stato di agitazione per difendere l'italianità dell'azienda: "Il futuro non è in vendita" non è solo uno slogan ma una realtà che riguarda tutto il Paese. I Bell Laboratories di At&T faranno la parte del leone o ci sarà spazio anche per loro? Questa la preoccupazione espressa dalla Rappresentanza Sindacale Unitaria di Telecom Italia Lab eletta dalla maggioranza dei ricercatori.

Intanto anche i sindacati autonomi dei lavoratori Telecom Italia, i Cobas-Flmu e lo Snater si mobilitano in vista dell'assemblea degli azionisti Telecom prevista a Rozzano il prossimo 16 aprile e a cui saranno presenti con loro massicce rappresentanze.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se il telefonino generalmente personale, spesso il tablet condiviso in casa. E' cos?
Ho un tablet e lo uso solo io.
Ho un tablet e lo condivido con i miei familiari.
Non ho un tablet ma utilizzo quello di un mio familiare.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1796 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics