Universal toglie il Drm per sei mesi

Dopo Emi, un'altra major musicale permetterà il download di musica senza la protezione anticopia. Drm con il respiro corto?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-08-2007]

musica

Seguendo le orme di Emi, anche Universal Music ha annunciato che sperimenterà dal 21 agosto e per sei mesi la vendita online di brani in formato Mp3 senza il Drm, l'insopportabile sistema di controllo che del resto risulta facilmente aggirabile.

L'intenzione sarebbe quella di scoraggiare la pirateria proponendo lo scaricamento al costo di 99 cent al brano; i brani saranno proposti da venditori on line del calibro di Amazon, Best Buy, Rhapsody di RealNetworks, Puretracks e altri, mentre i negozi venderanno i brani in formato non compresso e sui supporti tradizionali.

Anche Google sarà interessata,pur non disponendo al momento di una idonea piattaforma distributiva. Al contrario resterà esclusa Apple e la sua piattaforma proprietaria iTunes anche se i brani, essendo in formato Mp3, saranno comunque riproducibili su iPod.

D'altra parte la mossa sembra dettata da intenti valutativi più che da una reale apertura, poiché Universal Music metterà on line una parte soltanto dei brani di cui detiene i diritti; ma da cosa nasce cosa, ed è importante che nel settore le cose inizino a muoversi.

Del resto la stessa Emi, recentemente acquisita per cinque miliardi di dollari dal fondo d'investimento Terra Firma, valuta come "incoraggianti" le prime analisi sulla soppressione del Drm, che ha portato a un incremento delle vendite in digitale di oltre il 13%.

La battaglia dei numeri potrebbe ora spostarsi sul fronte delle vendite; gli analisti del New York Times stimano che i prezzi del non protetto resteranno allineati a quelli dei brani protetti.

I grossi distributori come Amazon potrebbero anche presentare prezzi differenziati a seconda di altri parametri, ad esempio sulla base della maggiore o minore popolarità degli esecutori.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Il drm Ŕ un'assurditÓ... Fa pi¨ danni che altro. Anche chi scarica legalmente contenuti sul telefonino (canzoni) Ŕ costretto a fruirne esclusivamente sempre e solo sullo stesso cellulare. Questa Ŕ una limitazione bella e buona della libertÓ, visto che almeno quando compro un compact originale posso ascoltarlo su tutti gli apparecchi... Leggi tutto
22-8-2007 12:38

Interessante notare come il costo dei brani senza DRM sia allineato a quelli venduti con i sistemi di protezione. La Emi li faceva pagare 30 centesimi in piu' (non so se adesso hanno ridotto anche loro).
20-8-2007 17:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per quale servizio collegato a un prodotto per la smart home saresti pi¨ disposto a pagare fino a 15 euro al mese?
Lo scongiurare dei guasti dei prodotti smart, per esempio lavastoviglie, connettendoli ai fabbricanti, in modo da identificarli e anticiparne qualsiasi problema.
Collegamento alla compagnia assicuratrice che interviene in caso di allagamento, intrusione o allarme quando non sono in casa.
Assistenza nella vita di tutti i giorni per gli anziani.
Collegamento dei dati relativi alla salute al medico o al reparto ospedaliero per il monitoraggio dei parametri vitali chiave.
Collegamento alla societÓ di sicurezza che intervenga quando l'allarme si spegne.
Nessuno di questi

Mostra i risultati (1209 voti)
Ottobre 2022
DALL-E diventa libero e gratuito: immagini sintetiche per tutti
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 ottobre


web metrics