Filozero: scacco alla SIAE

Un sito internet fornirà brani e un sistema per non pagare i diritti per la musica d'ambiente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-09-2007]

Il logo di filozero

Una delle gabelle più antipatiche da pagare per i nostri concittadini è sicuramente l'abbonamento SIAE per musica d'ambiente, vale a dire un diritto d'autore pagato genericamente, all'amata società di riscossione, per poter diffondere musica nei pubblici esercizi.

Gli importi sono assolutamente sproporzionati, arrivando anche a superare i 400 euro l'anno, anche per esercizi di piccola metratura, e chi prova a far finta di niente per non pagare, di solito, fa la conoscenza con i dissennatori, ovvero gli arcigni e terribili ispettori SIAE.

Sembra incredibile, in un'epoca che ha visto nascere il software libero, che esista ancora una tassa sulla musica. Ma, moltiplicando 400 euro per il numero degli esercizi commerciali che diffondono musica, la faccenda sembra un po' meno incredibile: stiamo parlando di milioni di euro, tanti.

Chi sostiene di utilizzare solo musica open content, cioè quella che circola con licenza libera, è costretto a farsi in quattro per dimostrare l'assoluta estraneità della musica filodiffusa con la SIAE: è sufficiente infatti che uno solo tra autori ed esecutori del pezzo sia iscritto alla società di intermediazione, per rendere impossibile la fruibilità gratuita del pezzo.

Non basta scaricare il brano da un sito gratuito di musica open content: in questa paradossale situazione l'onere della prova sta in capo all'esercente, costretto a certificare tutta la filiera free del brano, senza averne materialmente gli strumenti. È per questo motivo che gli audaci esperimenti pioneristici in questo senso sono caduti nel vuoto.

Il progetto Filozero propone una via semplice per la filodiffusione gratuita di musica libera nei pubblici esercizi. Non solo il sito metterà a disposizione brani liberamente riproducibili, ma fornirà un sistema a prova di ispezione, permettendo il download della documentazione che certifica la fruibilità del brano, la cosiddetta promessa al pubblico.

In caso di di ispezione SIAE, sarà sufficiente consegnare una copia dei brani e della documentazione per rovesciare sull'ispettore l'onere della prova, ossia la verifica che i brani filodiffusi non siano riferibili ad autori iscritti alla famigerata società.

Per autori ed esecutori si tratta di un'interessante opportunità per farsi conoscere al di fuori delle logiche delle etichette discografiche, senza compromettere la carriera futura: la promessa al pubblico, infatti, riguarda solo la concessione di diffusione del brano in esercizi pubblici, salvi quindi tutti gli altri diritti.

Per evitare fastidi futuri, l'ufficio legale di Filozero ha messo online le domande fatte e le risposte ottenute, per iscritto, dalla SIAE.

Il metodo riguarda solo la musica filodiffusa ed è valido solo se, come detto, nessuno dei musicisti sia iscritto alla SIAE. Non è molto, ma credo siano molti gli esercenti che non sentiranno la mancanza di DJ Francesco nel proprio locale. Il castello kafkiano fatto di esattori e bollini comincia a scricchiolare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
SIAE, una picconata al monopolio

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Altra notizia interessante sul piano della lotta ai limiti alla libert d'espressione (e della lotta allo svuotamento dei portafogli rotfl) link Leggi tutto
3-10-2007 11:33

capito.. si
3-10-2007 00:06

{epyx}
la siae un bluff e quelli che chiamate "ispettori" non sono altro che degli ignoranti assunti con contratto ad ore. non capiscono niente di diritto d'autore e vengono mandati allo sbando al posto dei dipendenti siae che costano troppo. a proposito: come mai i vari ispettorati del lavoro non hanno mai svolto un'indagine sui... Leggi tutto
29-9-2007 11:17

- Sei colpevole per assunto fino a prova contraria - Salvati cielo se sei uno che ha dismetichezza con internet - Non esiste la possibilita' di un confronto (non sentono ragioni di nessun tipo) - Del fatto che venga gia' riconosciuta una tassa a priori su tutti i supporti magnetici di fatto a loro non interessa. Tu sei comunque un... Leggi tutto
28-9-2007 08:03

descrivi.. che gente sono?? :D Leggi tutto
28-9-2007 00:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
E' buona l'acqua del rubinetto?
S. La bevo quasi sempre.
No. Di solito bevo acqua in bottiglia.
S, ma di solito bevo acqua in bottiglia.

Mostra i risultati (6130 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 settembre


web metrics