Tra due settimane il Googlefonino

Google dovrebbe presentare a breve la propria piattaforma integrata di servizi per i telefoni cellulari di nuova generazione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-10-2007]

Foto di Marja Flick-Buijs

Le voci e le indiscrezioni che in questi mesi sono variamente emerse sembrano avere un fondamento: secondo il Wall Street Journal, entro due settimane Google presenterà la propria soluzione per la telefonia cellulare.

Il cosiddetto Googlefonino non sarà un singolo e identificabile prodotto hardware, ma piuttosto una piattaforma che integrerà la telefonia mobile con i servizi già offerti da Google.

La compagnia di Mountain View avrebbe già stretto accordi con la taiwanese Htc e la sudcoreana LG per la produzione di cellulari equipaggiati di software fornito dalla grande G.

Si presume che tali apparecchi integreranno applicazioni quali il motore di ricerca, Maps, GMail e persino YouTube. L'idea sottostante è creare un nuovo concetto di social networking unendo Google Maps, il supporto al Gps, la rubrica dei contatti e la navigazione sul web.

Inoltre i Googlefonini saranno altamente personalizzabili: basati su un sistema aperto, permetterebbero modifiche di ogni tipo e aggiunte da terze parti di programmi e utilità.

Voci non confermate né smentite danno inoltre Google in trattativa con i provider Deutsche Telekom per gli Stati Uniti e con la francese Orange e l'inglese 3 Uk per l'Europa.

La preoccupazione principale, un classico quando c'è di mezzo Google, è l'eventuale rischio al quale possa essere esposta la privacy. L'unione di tanti servizi personalizzati che fanno uso di informazioni sensibili pongono questioni sulla riservatezza e sulle modalità di conservazione dei dati.

Il Wall Street Journal, per esempio, ventila la possibilità che le preferenze possano essere usate per fornire pubblicità personalizzate agli utilizzatori del telefonino. Se poi questa sia una cosa buona, magari mirata a contenere il prezzo, o un'invasione dello spazio personale, è difficile da definire.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

{stefano}
anch'io.. Leggi tutto
31-10-2007 10:01

HTC + Google? un pensierino ce lo farei...
31-10-2007 09:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qui sotto trovi in ordine alfabetico i 20 marchi pių pregiati nel 2014, secondo la celebre classifica compilata da Millward Brown. Secondo te qual č il pių pregiato? Confronta poi il tuo voto con questo link.
Amazon
Apple
AT&T
China Mobile
Coca-Cola
GE
Google
IBM
Industrial and Commercial Bank of China
McDonald's
Marlboro
Mastercard
Microsoft
SAP
Tencent
UPS
Verizon
Visa
Vodafone
Wells Fargo

Mostra i risultati (2427 voti)
Luglio 2021
Rinunciare allo smartphone
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 luglio


web metrics