Con Fioroni niente più foto in gita

Se i ragazzi dovessero applicare alla lettera la circolare Fioroni, sarebbe impossibile portare con sè in gita scolastica anche solo una macchina fotografica.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-12-2007]

patrizia

Chi non ricorda la gita scolastica della III A o IV C del liceo o dell'istituto tecnico che frequentava vent'anni fa a Camogli o a Venezia? Anche se volesse dimenticarla ci sarebbero le foto che ci testimoniano che avevamo più capelli e meno chili, ma anche più brufoli e un maglione che ci piaceva tanto.

Ci piaceva tanto, come la biondina strepitosa del quarto banco che filava tutti, tranne me e filava anche Johnny di quarta. Peccato che, oggi, la biondina sia sposata e ci sono invece in giro quelle foto dove c'è lei sulle ginocchia di Johnny, e poi tutti noi a torso nudo, con in mano le bottigliette di birra e quel mozzicone che somiglia tanto a uno spinello.

Si vede che portiamo gli occhiali, dato sensibile sulla nostra salute, che oggi mimetizziamo grazie alle lenti a contatto; c'è Giorgio che porta in tasca sempre in bella vista L'Unità, dato sensibile sulle sue idee politiche di allora, che ha un po' cambiato, visto che oggi è consigliere comunale di Forza Italia.

Anche il prete giovane e bello, che ci accompagnava in clerygman, la dice lunga sulle nostre iscrizione all'ora di religione, dato sensibile sulle nostre convinzioni religiose.

In tutte le foto c'è Franco, che fa sempre le corna; molti anni dopo le avrebbero fatte anche i primi ministri nelle foto dei vertici internazionali. Carlo e Fabrizio, sempre inseparabili e mai ritratti con ragazze, noi li sfottevamo sempre, accusandoli di essere gay; c'è anche la foto di Franco con dietro il foglio grande "Orgoglio Gay" che noi avevamo scritto e lui non aveva visto.

Oggi, foto di questo tipo, che per anni sono state in vetrina nel negozio del fotografo dell'angolo dietro le scuola, non potranno più essere scattate. Il preside della scuola di nostro figlio ha già detto che per portare dietro le macchine fotografiche (non parliamo delle cineprese) i genitori devono rilasciare agli altri genitori un'apposita e specifica autorizzazione-liberatoria (siamo circa ottanta) e un'altra ai singoli docenti.

Tutto questo in base alla circolare Fioroni. In caso contrario, una gita a Parigi di cinque giorni potrebbe costare cinquecento euro (compreso volo e hotel), più cinquemila euro come minimo di multa del Garante della privacy.

Il materiale fotografico dovrà essere vagliato da una commissione mista docenti-genitori; ma la scuola non ha fondi per pagare gli straordinari ai docenti della commissione, perciò non se ne farà niente.

Se vostro figlio a questo punto rifiuterà di andare in gita, meglio così: 500 euro di spese in meno, e meno rischi con i pullman.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Siamo usciti di testa... Meglio davvero farsi una birra e buonanotte! :cincin:
17-2-2012 22:08

:cincin: Leggi tutto
6-12-2007 19:55

Merlin, se passo dalle parti di Camelot vorrei avere l'onore di offriti una bella bevuta Leggi tutto
6-12-2007 13:42

Condivido in pieno, pur senza tirare in ballo la responsabilità degli accompagnatori; perché tanti genitori sono bravissimi a scusare i figli delinquenti, anche se ammetto che dev'essere duro dover riconoscere di averli allevati così; e peggio ancora sono velocissimi ad accusare la scuola di qualsiasi nefandezza per improbabile che... Leggi tutto
5-12-2007 21:01

{MaXXX}
SOno s'accordissimo con te Fabio! ;)
5-12-2007 20:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te come stanno cambiando gli attacchi informatici?
Ci sono sempre più attacchi automatizzati verso i server anziché verso gli individui.
Gli attacchi sono più globali, dall'Europa all'America all'Asia all'Australia.
L'impatto maggiore è sui conti aziendali e sui patrimoni medio alti.
Gli attacchi colpiscono istituzioni finanziarie di tutte le dimensioni.
Gli hacker sono sempre più veloci.
I tentativi di transazioni sono più estesi e più elevati.
Gli attacchi sono più difficili da rilevare.
E' aumentata la sopravvivenza dei server.

Mostra i risultati (1504 voti)
Aprile 2020
Violata Email.it: sottratti dati di 600.000 utenti, password comprese
5G e coronavirus, cittadini danno fuoco alle torri della telefonia
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Tutti gli Arretrati


web metrics