Tata Motors lancia l'automobile del popolo

La vetturetta è costruita in gran parte con plastica riciclata e un motore da 600 cc. Dovrebbe costare appena 1700 euro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-01-2008]

tata nano

Già soprannominata l'automobile del popolo, dovrebbe costare circa centomila rupie la nuova creatura di Tata Motors, gigante indiano dell'auto che già aveva dato buona prova di sè costruendo anni addietro una berlina cinque porte e con la realizzazione di un'auto ibrida su progetto francese.

Una vettura con quattro posti a sedere e motore di 600 centimetri cubici che sarà presentata nei prossimi giorni, si dice realizzata in buona parte con materie plastiche riciclate e avrà un prezzo che non teme confronti aggirandosi su circa 1/3 del prezzo di vendita di prodotti di pari cilindrata e caratteristiche.

Inizialmente presa sottogamba e forse un poco sbeffeggiata dall'industria europea e d'oltre oceano, pare che all'improvviso il segmento di mercato si sia rivelato colmo di promesse per il futuro, specie considerando il probabile prezzo del carburante negli anni a venire.

Per cominciare, Tata Motors si prefigge di realizzare non meno di 250.000 vetture già il primo anno per attestarsi poi su quattro volte tanto se il mercato si rivelerà ricettivo; d'altra parte il fatto che l'azienda stia per rilevare le fabbriche di gloriose autovetture inglesi del passato anche recente la dice lunga sulla capacità realizzativa del gruppo industriale.

Così in parecchi si sono messi a scopiazzare l'idea, anche se si sa che il costo industriale sarà di gran lunga superiore a 1700 euro; e già Fiat, Volkswagen e un paio di giapponesi hanno dichiarato di avere allo sviluppo un modello a basso costo, mentra si sussurra che Renault in joint venture con Nissan e l'indiana Bajai Auto abbia quasi pronta un'auto da 3000 dollari.

Unica voce stonata è quella degli ecologisti, scettici sul fatto che bassi costi convivano con gli inquinamenti ridotti ormai obbligatori nelle nostre città assediate dal traffico veicolare. Com'è stato dichiarato apertamente seguendo forse una logica veterocolonialista, "realizzazioni di questo genere potrebbero trovare mercato idoneo soltanto nei paesi emergenti e specificamente in Africa e in America meridionale"; il che francamente lascia senza parole.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Tata Nano addio, l'automobile del popolo esce di produzione

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Oltre alle voci critiche degli ecologisti, bisogna mettere in conto anche quelle di coloro che fabbricano questa vettura. "La costruiamo col nostro sangue, senza nessuna garanzia di sicurezza e con salari da fame - spiegano i manifestanti che hanno semi bloccato gli ingressi della fabbrica di Singur. "La macchina costa poco... Leggi tutto
22-1-2008 21:36

dubito che un potenziale acquirente di nuova 500 punterà sulla Tata come ripiego... :lol:
21-1-2008 15:14

{Il Melo}
Cheap anche sul web Leggi tutto
14-1-2008 15:21

A 1700 euro penso proprio di no. E poi la 500 credo costasse almeno 6 stipendi medi, se non di più. Leggi tutto
12-1-2008 15:49

Chi è nato nella prima metà del secolo scorso Leggi tutto
11-1-2008 14:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo una ricerca dell'Australian Relationship Queensland, tra tecnologia e solitudine esisterebbe un collegamento. Secondo te:
È la solitudine che spinge le persone a usare "più tecnologia".
È l'utilizzo massiccio di tecnologia che porta le persone a isolarsi e, conseguentemente, a provare solitudine.
Le due cose non sono affatto correlate.

Mostra i risultati (1319 voti)
Ottobre 2019
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Tutti gli Arretrati


web metrics