MySpace si allea con le major

Il più popolare sito di social networking punta a diventare la MTV della nuova generazione, grazie agli accordi con le case discografiche.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-04-2008]

MySpace rinnova MySpace Music insieme alle major

MySpace lancerà prossimamente un servizio che porrà fine ai contenziosi con le major e, almeno nelle intenzioni iniziali, la farà competere direttamente con iTunes di Apple.

Il servizio si continuerà a chiamare MySpace Music (come quello che ora permette ai musicisti di uploadare i propri brani), sarà integrato con i servizi di quello che attualmente è il più popolare social network ma offrirà nuove possibilità agli utenti: dalla musica in streaming ai brani in Mp3 per il download, oltre a suonerie e biglietti per i concerti.

Con ciò si dovrebbero anche chiudere le varie controversie che hanno visto opporsi News Corp, la società che controlla MySpace, alle più importanti case discografiche a partire da Universal Music, con la quale dal 2006 era in corso una causa per violazione di copyright ora conclusasi con il pagamento di più di 100 milioni di dollari, stando a quanto si dice.

Universal, Sony BMG e Warner Music si sono accordate con News Corp per il rinnovamento di MySpace Music e, tutti insieme, spartirsi la torta. Sono in molti infatti a ritenere che la musica sia stata uno dei motivi più importanti del successo di MySpace e ora, grazie al supporto delle major, potrebbe diventare un'ottima fonte di introiti.

"Se si danno alle persone i contenuti che vogliono e li si rende facili da fruire e condividere, non si accorgeranno nemmeno di trovarsi in un ambiente commerciale", dice un analista di Forrester Research.

Così, MySpace Music punta a diventare "la Mtv di una nuova generazione", come ha dichiarato un esponente dell'industria musicale all'agenzia Reuters.

L'unica major che ancora non è entrata a far parte degli accordi è la EMI; i negoziati sono però ancora in corso, e nessuno ha ancora voluto rilasciare delle dichiarazioni ufficiali.

Quando il servizio diverrà operativo, gli utenti potranno - oltre ad ascoltare la musica in streaming - aggiungere ai propri profili dei lettori musicali e creare le proprie playlist. Il tutto sarà tempestato di pubblicità, inizialmente visive e poi - si dice - sotto forma di audio inserito nello stream.

Per quanto riguarda lo scaricamento di brani privi di DRM, invece, vi potrà essere ancora la presenza di pubblicità online oppure i file MP3 saranno disponibili dietro pagamento, come già avviene per i servizi di Apple o Amazon.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Completa la frase con quella che ritieni pi¨ opportuna, oppure aggiungi una risposta nei commenti. Secondo te, il networking online attraverso i siti social...
Serve a costruirsi un'efficiente rete professionale.
E' particolarmente utile per cercare opportunitÓ di lavoro.
Serve a comunicare la qualitÓ di saper lavorare in team.
E' un'opportunitÓ che sfruttano soprattutto i pi¨ giovani.
Elimina le barriere geografiche.
Accorcia le distanze tra amici e famigliari.
Serve a tenersi sempre aggiornati.
Permette di stabilire relazioni rilevanti.
E' lo strumento per eccellenza per creare solide relazioni professionali.
Consente di comunicare i propri successi lavorativi.
E' utile per chiedere una raccomandazione.

Mostra i risultati (877 voti)
Ottobre 2020
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Tutti gli Arretrati


web metrics