I processori di Apple nei missili e nelle mine americani

PA Semi, l'azienda acquisita il mese scorso, produce processori per le armi dell'esercito USA, che Apple continuerà a supportare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-05-2008]

Apple supporterÓ i chip dei missili americani

L'acquisto di PA Semi da parte di Apple resta tuttora un mistero per tutti meno che per chi ha ordinato l'operazione. Si sa che a Cupertino non hanno intenzione di portare avanti l'evoluzione dei processori di PA Semi e pare sempre più improbabile l'ipotesi iniziale che li voleva all'interno dei prossimi iPod e iPhone.

Un'altra cosa nota è che il supporto ai processori PowerPc dual core di PA Semi verrà mantenuto da Apple, secondo quanto riporta The Register. Ciò, dice il sito, renderà felice l'esercito statunitense che usa quelle Cpu per i propri missili, radar e rilevatori di mine.

Questa è l'unica attività che coinvolge almeno parte dello staff di PA Semi di cui si abbia notizia; per il resto, non sono proprio chiari i motivi che hanno portato Apple all'acquisizione. Se Steve Jobs voleva disorientare qualcuno, c'è riuscito.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

{Diego}
rilevatori di mine Leggi tutto
19-5-2008 13:39

Magari hanno intenzione di convertire l'esercito a iPhone :wink: , cosi' i missili potranno avere nuove funzionalita' multimediali e gli uomini radar potranno ascoltare la musica acquistata su iTunes quando sono al lavoro :D. In fondo sarebbe un'evoluzione ...da 'mettete dei fiori nei vostri cannoni' a 'mettete degli mp3 nei vostri... Leggi tutto
17-5-2008 12:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertÓ d'opinione ma c'Ŕ un limite a tutto.

Mostra i risultati (1459 voti)
Marzo 2023
Hyundai: i touchscreen nelle auto sono pericolosi
Windows 11, ancora SSD lenti dopo l'ultimo aggiornamento
La IA entra in Gmail e nei Documenti di Google
Samsung beccata a barare sulle foto della Luna
Perché c'è una fotocamera negli scanner dei supermercati?
Il primo datacenter lunare sta per aprire i battenti
Amazon chiude 8 negozi “senza commessi”
Meta inietterà la IA in WhatsApp, Facebook Messenger e Instagram
Febbraio 2023
Intelligenza artificiale: il programmatore pericoloso
SPID a rischio, due mesi per deciderne il futuro
L'UE vara il Portafoglio per l'Identità Digitale
Sfida su TikTok costringe ad aggiornare 8 milioni di auto
Windows 11 è praticamente uno spyware
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 marzo


web metrics