L'Unione Europea raccomanda i formati aperti

Secondo il Commissario Europeo per la Concorrenza "Nessun cittadino dovrebbe essere obbligato a scegliere una tecnologia chiusa".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-06-2008]

L'Unione Europea raccomanda i formati aperti

"Riconosco una decisione intelligente per gli affari quando ne vedo una - scegliere standard aperti è una decisione molto intelligente": sono le parole con cui Neelie Kroes, Commissario Europeo per la Concorrenza, ha ribadito la propria opposizione all'uso dei formati proprietari nelle pubbliche amministrazioni.

"Nessun cittadino e nessuna azienda dovrebbero essere obbligati o incoraggiati a scegliere una tecnologia chiusa al posto di una open source", ha continuato il Commissario nel suo discorso alle aziende e ai governi.

L'Unione Europea raccomanda insomma ufficialmente l'utilizzo di formati aperti, così che gli atti pubblici o i documenti aziendali non siano ostaggio di una compagnia che, sola, detiene la chiave per poterli leggere.

Pur non citata direttamente, la principale imputata è Microsoft, contro cui il Commissario Kroes ha pochi mesi fa aperto un'inchiesta per concorrenza sleale riguardo i browser per Internet.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

GiÓ... com'Ŕ finita quella storia dei browsers?
12-6-2008 21:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i principali ostacoli che ti frenano nell'acquisto di prodotti per una smart home?
Non ne capisco molto di prodotti per la domotica.
Semplicemente non sono interessato a comprare prodotti per la domotica.
Non vedo molti benefici dai prodotti per la domotica.
I prodotti per la domotica sono troppo costosi.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica in negozio.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica online.

Mostra i risultati (1228 voti)
Ottobre 2022
DALL-E diventa libero e gratuito: immagini sintetiche per tutti
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 ottobre


web metrics