La mobilità Telecom divide i sindacati

Cisl e Uil sono pronte a firmare l'accordo sui 5.000 esuberi; ma per la Cgil non ci sono sufficienti garanzie per il futuro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-09-2008]

Anche in Telecom Italia il sindacato rischia di spaccarsi sulla questione dei 5.000 dipendenti che l'azienda vuole mettere in mobilità.

Cisl e Uil sono pronte a sottoscrivere un accordo per evitare che Telecom metta in mobilità unilateralmente chi vuole; Cgil è contraria perché l'azienda non vuole dare alcuna garanzia che queste mobilità siano le prime ma anche le ultime.

Infatti, l'unica condizione che Telecom è disposta ad accettare è il principio della volontarietà, ma non è disposta ad accettare limiti alla mobilità territoriale coatta. Questo significa, in pratica, che se Telecom non dovesse trovare 5.000 "volontari" disponibili a lasciare l'azienda, provvederà a trasferli in sedi così lontane da obbligare i lavoratori a licenziarsi.

Telecom non accetta nemmeno che nel prossimo futuro non ci possano essere altri processi di mobilità - che un esperto indipendente di telco come il professor Decina stima in 10.000 unità - né vuole sottoscrivere un impegno a non esternalizzare attività e dipendenti nell'imminenza di una possibile vendita delle "Torri" (le antenne di telefonia mobile) e, addirittura, dello scorporo della Rete.

Ormai il tempo per fare un accordo sta per scadere in questa settimana; Epifani e Bonanni dovrebbero trovare un modo per evitare una "firma separata" che per quanto riguarda le Tlc sarebbe la prima volta dal dopoguerra.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

{michelangelo}
proviamo a vedere come è successo... Leggi tutto
18-9-2008 10:55

ma una mobilità, visto che la paga "lo Stato" non andrebbe concessa dopo aver constatato che una azienda è in crisi? Quale sarebbe la crisi Telecom?
18-9-2008 06:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra questi due candidati assumeresti?
Il primo ha più esperienza e competenze specifiche.
Il secondo è particolarmente brillante e ha un grande potenziale.

Mostra i risultati (1009 voti)
Luglio 2020
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Tutti gli Arretrati


web metrics