LumacAdsl

Troppo lenta l'Adsl italiana, lontanissima dai valori pubblicizzati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-09-2008]

adsl italiana lumaca troppo lenta

Le Università di Oxford e di Oviedo hanno condotto uno studio sulle velocità medie dell'Adsl nel mondo, analizzando i test effettuati durante lo scorso mese di maggio sul sito Speedtest.net, utilizzato da utenti di tutto il globo per valutare la loro connessione in "banda larga". Il risultato é stato indicato con il valore di BQS (Broadband Quality Score), un parametro che tiene conto della velocità di download, di upload e della latenza.

In testa c'è il Giappone con velocità medie di download e upload di 16,7 e 6,8 Mbps rispettivamente e una latenza di 85 millisecondi. Piazza d'onore per la Svezia con valori rispettivamente di 8,8 e 2,4 Mbps (84 ms la latenza) mentre chiude il podio l'Olanda (7,6/1,2 Megabit rispettivamente e 65 ms di latenza), seguita da Lettonia al quarto posto mentre la Corea del Sud in quinta piazza esibisce una lusinghiera diffusione della banda larga pari al 94%.

Va precisato che gli ottimi risultati del Giappone, ma anche quelli della Svezia, sono dovuti al fatto che molti dei test (il 42% del totale) sono stati effettuati da utenti che utilizzano la fibra ottica mentre altrove, in primis in Italia, banda larga è sostanzialmente solo Adsl.

Dolenti note per l'Italia, sensibilmente distanziata e con valori di circa un terzo di quelli giapponesi. Un dato che, se non sorprende gli utilizzatori consci del prodotto che usano, fa comunque riflettere dal momento che il "taglio" nominale dell'Adsl base italiana è di 7 Megabit/s di picco e che inizia a prendere piede anche la versione da 20 Megabit/s: come dire che la realtà oscilla di alcuni multipi inferiori rispetto a quanto dichiarato come "nominale e di picco" dagli operatori.

Secondo lo studio, l'Adsl italiana sarebbe poi insufficiente anche a godere appieno delle attuali applicazioni Internet, anche se ci si consola forse un poco con il fatto che lo stesso avverrebbe per altre importanti nazioni come Regno Unito o Canada. Risultano promossi ad esempio Stati Uniti, Russia e certamente Giappone, che non stupisce sia già pronto alle esigenze di un futuro prossimo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

{ice}
specificare le condizioni del sondaggio/test Leggi tutto
19-9-2008 15:43

considerazione logica naturalmente. Ma -credo- occorra prendere questo rapporto valutando i dati raccolti...che sono una sorta di media ponderata degli utenti che hanno effettuato un test di velocità su di un dato sito. E' ovvio che coloro che non hanno l'Adsl non vanno su quel sito, così come quelli che proprio non hanno accesso al... Leggi tutto
19-9-2008 14:11

ADSL da quarto mondo Leggi tutto
19-9-2008 10:22

...e poi c'è gente come me che è connesso ad una linea ADSL a 15 KM di distanza via hiperlan, condivisa con un'altra ventina di utenti e che ha dovuto pagare solo 200 euro per l'attivazione del servizio e 35 euro al mese per 512/128 di banda... soluzioni alternative? Si, da questo mese un altro ISP in hiperlan che propone la 1024/128 a... Leggi tutto
19-9-2008 09:55

Lo fanno apposta Leggi tutto
19-9-2008 08:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2229 voti)
Dicembre 2019
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Tutti gli Arretrati


web metrics