In prova: Symantec Norton Internet Security 2009

IL TEST DI ZEUS - Il più noto tra i software di sicurezza si presenta decisamente più leggero, con un motore di scansione riscritto da zero e con un'attenzione particolare alla protezione delle informazioni sensibili.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-11-2008]

Norton Internet Security 2009

Ancora oggi, per molti parlare di antivirus e programmi per la sicurezza del Pc significa parlare di Symantec e dei prodotti che recano il marchio Norton.

Nonostante siano lontani i tempi in cui Peter Norton in persona si occupava di programmazione, la fama dei prodotti che ne portano il nome è durata nel tempo, pur appanandosi un po' nel corso degli anni.

Da più parti, infatti, i prodotti marchiati Norton sono stati tacciati anche in tempi recenti di eccessiva pesantezza: diversi utenti hanno segnalato un'esagerata richiesta di risorse che non sempre veniva compensata da una perfetta efficienza.

Con il rilascio di Internet Security 2009 Symantec cerca di mettere a tacere tutte queste voci, sfornando un prodotto che non sia solo una rivisitazione dei predecessori ma che migliori sostanzialmente le prestazioni e l'efficacia della protezione.

Già l'installazione, basata su un programma scritto da Symantec stessa e non sull'installer di Microsoft, fa ben sperare. A chi era abituato alle orrende schermate gialle, la decisione (presa negli ultimi anni) di virare su colori più scuri le finestre del programma non può che far piacere, ma ancor più si fa apprezzare la rapidità con cui il processo viene completato.

Dopo aver riavviato Windows veniamo accolti da un'interfaccia migliorata rispetto alla versione 2008: le opzioni principali sono sempre raccolte in tre grandi aree (Computer, Internet e Informazioni personali) ma l'aspetto è stato ridisegnato, rendendolo più pulito, immediato e piacevole.

Le utilità possono ora essere rapidamente disattivate tramite dei pulsanti mentre sulla sinistra ha fatto la propria comparsa un grafico che mostra l'utilizzo della Cpu da parte del sistema e di Norton.

Una rapida occhiata alle impostazioni conferma la prima impressione che avevamo avuto: Norton Internet Security è già impostato in maniera tale da non aver bisogno dell'intervento dell'utente. Tutte le protezioni sono attive e gli utenti alle prime armi non dovranno addentrarsi nei meandri delle configurazioni.

Notiamo intanto che il sistema risponde bene, senza subire rallentamenti, e anche questo è un buon segno. Ancora più soprendente - in modo piacevole - è notare come l'esecuzione di una scansione completa non impieghi quasi mai più del 40% delle risorse del sistema, con una media che si aggira intorno al 25% (su un Pc non recentissimo, con processore Athlon 64 X2 6000+ e 2 Gbyte di Ram).

Il motivo delle migliori performance fatte registrare da questa versione è da ricercare nella riscrittura completa del motore di scansione, eliminando i processi non necessari che nelle versioni precedenti lo appesantivano.

Nonostante, in effetti, le misurazioni del carico del processore effettuate dal Task Manager di Windows e da Internet Security siano leggermente differenti (Symantec ascrive la cosa a diversi intervalli di aggiornamento), entrambi concordano nei risultati. Si può, in sostanza, continuare a lavorare senza problemi mentre è in corso una scansione.

Per migliorare ulteriormente i tempi, poi, Symantec ha ideato Norton Insight, un'utilità per identificare i file ritenuti attendibili e che, pertanto, non richiedono la scansione. Tali file non verranno analizzati ripetutamente, consentendo di risparmiare tempo.

Il database delle firme (peraltro aggiornato ogni pochi minuti) non è l'unica soluzione cui è affidata la produzione dal malware: Symantec usa la tecnologia proprietaria Bloodhound Heuristics per identificare le minacce ancora sconosciute e Sonar, un sistema studiato per fronteggiare i software malevoli appena scoperti.

Sonar sta per Symantec Online Network for Advanced Response: si tratta di una rete formata dai computer degli utenti dei prodotti della società. Quando uno di questi computer rivela una situazione potenzialmente pericolosa, una notifica viene inviata a Symantec che provvede a indagare e, se il caso, a rilasciare una protezione nel più breve tempo possibile.

In questo modo i tempi di reazione alle nuove minacce vengono ridotti di molto. Si tratta di un metodo simile a quelli adottati anche da altri produttori di software per la sicurezza, come F-Secure (DeepGuard) e McAfee (per la quale è Active Protection).

Le funzionalità di protezione da virus e malware in generale sono, però, solo una parte di quanto Internet Security 2009 offre.

Certo in questo prodotto non bisogna cercare funzioni di backup o di archiviazione online: per chi desidera quelle funzioni Symantec offre Norton 360. Internet Security, invece, si specializza nel difendere gli utenti dai pericoli cui i computer connessi alla Rete sono esposti, in maniera simile ai prodotti concorrenti recensiti nelle scorse settimane: Zone Alarm, F-Secure e Kaspersky.

Gli utenti di Internet Explorer e Firefox (ma non quelli di Opera) vedranno infatti apparire una nuova barra nelle finestre dei loro browser, chiaramente indicata dalla scritta Norton.

La funzionalità è duplice: avvisare l'utente sulla pericolosità dei siti sui quali sta navigando e gestire in modo centralizzato le informazioni personali da utilizzare in Internet.

La funzione Identity Safe, infatti, permette di gestire e proteggere tutti i dati sensibili che servono per accedere ai vari servizi online, dalle informazioni di login fino a quelle relative alle carte di credito, creando profili come se fossero vere e proprie "carte di identità".

Una delle funzionalità più comode è probabilmente la gestione centralizzata delle credenziali di accesso (nomi utente e password) che chiunque navighi in Internet ormai possiede in gran numero.

Ogni volta che l'utente farà login su un servizio, apparirà una finestra che gli chiederà se desidera memorizzare in un database tutte le informazioni specifiche dei vari siti; per utilizzarle sarà sufficiente creare una Master Password, una password principale che sarà l'unica da tenere a mente: una volta digitata provvederà Internet Security a inserire i dati giusti nelle form corrette, colorate di verde per l'occasione.

Una funzione come questa - è vero - esiste già anche in Firefox; il vantaggio della soluzione di Norton sta nel poterla utilizzare indifferentemente sia con il browser di Mozilla sia con Internet Explorer, senza dover configurare indipendentemente i due programmi e i rispettivi sistemi di memorizzazione. Da ciò restano purtroppo esclusi, come già detto, gli utenti di altri browser, come Opera.

Il sistema è automatico: ogni volta che Norton riconosce una pagina di cui possiede le credenziali, apparirà la maschera d'inserimento della Master Password. La seccatura è che ciò accade anche quando, come spesso avviene dopo un logout, si torna automaticamente alla pagina di partenza: la maschera riapparirà, avendo di nuovo rilevato una pagina conosciuta.

Diventa quindi più comodo (anche se leggermente meno sicuro qualora si dovesse lasciare il computer incustodito) impostare Identity Safe perché richieda la password principale solo all'inizio di ogni sessione di navigazione, al momento di accedere a Internet.

Anche le reti locali vengono sorvegliate dal programma di Symantec: la funzionalità Visualizza rete domestica mostra una mappa dei dispositivi connessi alla Lan casalinga e diverse informazioni su di essi, dall'indirizzo Ip alla protezione fornita da eventuali prodotti Symantec installati, controllabile tramite la funzione di Monitoraggio remoto.

La licenza di Norton Internet Security 2009, infatti, prevede la possibilità di installare il programma su un massimo di tre computer, le cui impostazioni possono quindi essere verificate senza doversi fisicamente recare davanti a ognuno di essi.

Naturalmente anche tutte le funzioni più tradizionali sono incluse: si va dal firewall alle utilità antispyware, dalla scansione della posta elettronica (per cercare spam e malware) fino alla prevenzione delle intrusioni. Sono tutte opzioni utili e poco invasive, già correttamente configurate subito dopo l'installazione.

Non bisogna dimenticare, infine, la funzione di Parental Control che, seppure non raffinatissima, permette di definire i permessi di accesso a Interner per gruppi di utenti. Di default sono già presenti i gruppi chiamati Bambino, Adolescente e Senza restrizioni. Ognuno può essere personalizzato, scegliendo i contenuti Web da bloccareo da consentire, oppure ne possono essere creati di nuovi.

Restano da segnalare la presenza di un Recovery Cd, basato su WinPE, utile per effettuare una scansione del sistema qualora questo non sia più avviabile, e il miglioramento deciso della procedura di disinstallazione.

I prodotti Symantec erano finora famosi per lasciare dietro di sé le tracce del proprio passaggio, che restavano a imperitura memoria nel computer dell'utente, e specialmente nel registro di sistema.

Il nuovo sistema di disinstallazione fa un lavoro decisamente più accurato rispetto ai predecessori e lascia sul Pc praticamente solo le informazioni relative alla licenza.

SYMANTEC NORTON INTERNET SECURITY 2009
Prezzo Euro 69,99 (Iva inclusa)
Pro Interfaccia chiara, basso consumo di risorse, buon riconoscimento delle minacce, funzionalità di protezione dei dati personali, migliorata la disinstallazione.
Contro Integrazione solo con Internet Explorer e Firefox, Parental Control minimo, prezzo un po' alto.
Funzionalità 4
Documentazione e facilità d'uso 4.5
Condizioni Commerciali 3.5
Giudizio Globale 4

Nel complesso quest'ultima versione di Norton Internet Security sembra fare onore alla fama positiva che circonda i prodotti Symantec e che ultimamente per qualcuno era un po' sbiadita: eliminata la pesantezza, Norton Internet Security è ora una soluzione discreta ed efficace.

La capacità di riconoscere virus e malware permette a questo prodotto di stazionare nella parte alta delle varie classifiche che mettono a confronto diversi software per la sicurezza, e la frequenza degli aggiornamenti - unita alla tecnologia Sonar - fa sì che gli utenti possano proteggersi anche dalle minacce più recenti.

Norton Internet Security 2009 si presenta dunque come una buona soluzione per coloro che desiderano una protezione completa limitatamente alla sicurezza e possono fare a meno delle utilità complementari, come il backup e l'archiviazione online.

Il prezzo - 69,99 euro per la versione da scaricare, che salgono a 79,98 euro con il Servizio garanzia download che permette lo scaricamento per due anni - lo classifica tra i più costosi della categoria.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

Grazie Angela per le delucidazioni :ciao: Leggi tutto
14-11-2008 10:50

Sono Angela e lavoro per Symantec. Sono felice che ad alcuni sia piaciuto il nuovo prodotto e che i miglioramenti siano stati notati ed apprezzati da tutti coloro che lo hanno provato. Fulmine, hai ragione: ci abbiamo messo un po' di tempo :) !!! Sul prezzo non sto qui ad attaccarti bottone con quelle frasi fatte , ma considera... Leggi tutto
13-11-2008 14:58

{Diego}
Buy a Mac...
10-11-2008 16:18

Certo che ce ne hanno messo di tempo per capire che il loro programma era pesantissimo. Spero per loro che riescano ad alleggerirlo e a mantenerlo nello stesso tempo efficace, Come prezzo...... insomma, non proprio a buon mercato, io ad esempio il Kaspersky l'ho pagato meno di 1/3 del norton ed efficacissimo.
10-11-2008 11:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i principali ostacoli che ti frenano nell'acquisto di prodotti per una smart home?
Non ne capisco molto di prodotti per la domotica.
Semplicemente non sono interessato a comprare prodotti per la domotica.
Non vedo molti benefici dai prodotti per la domotica.
I prodotti per la domotica sono troppo costosi.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica in negozio.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica online.

Mostra i risultati (1021 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics