Google aggiunge la videochat a Gmail

Il servizio di chat video e audio richiede solo un plugin, a patto che si usi Windows o Mac Os.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-11-2008]

Gmail video voice chat Google

Google sembra intenzionata a potenziare la funzionalità di chat integrata in Gmail, che in effetti finora era un po' la Cenerentola dei servizi della Grande G.

Dopo la possibilità di inviare e ricevere Sms, ecco che arriva il supporto alla chat video e a quella vocale.

Certo, è una funzionalità che molti altri client hanno già; qui, però, il valore aggiunto sta nel fatto che per estendere le funzionalità di Gmail non c'è bisogno di installare programmi o creare nuovi account: per gli utenti di Windows o Mac è sufficiente un browser cui aggiungere un piccolo plugin oltre, naturalmente, a un microfono (per chi si accontenta dell'audio) e a una webcam (per chi vuole anche il video).

Per attivare l'opzione occorre aprire il menu Opzioni e accedere alla scheda Chat, da cui scegliere Add voice/video, che avvierà lo scaricamente del plugin necessario (circa 2 Mbyte).

Uscendo e rientrando in Gmail, nel menu Opzioni della finestra di chat ci sarà la voce Video & more, che comprenderà il link Start video chat.

Sfortunatamente le chat video e vocali sono per ora disponibili solo per chi accede a Gmail da almeno Windows Xp o Mac Os X 10.4; il plugin per Linux - sostiene Google - sarà presto realizzato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5089 voti)
Dicembre 2019
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Tutti gli Arretrati


web metrics