Google toglie la beta a Chrome

E' arrivata la prima versione ufficiale di Chrome ma una serie di test assegna al software di Mountain View la targa di "browser più buggato".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-12-2008]

Google Chrome esce dalla beta, pieno di bug

Chrome potrebbe uscire ben presto dalla fase di beta testing: ad affermarlo è Marissa Mayer, vicepresidente di Google, che ne ha parlato in un'intervista durante Le Web 08.

È addirittura possibile che l'annuncio venga fatto già venerdì 12 dicembre nel corso dell'Add-on-Con, quando Google, Microsoft e Mozilla si riuniranno per "discutere il futuro della piattaforma browser".

Certo, sotto molti aspetti Chrome si presenta ancora immaturo e molte funzioni desiderate mancano; ciò diventa ancora più evidente se lo si confronta con i programmi della concorrenza. Eppure l'obiettivo dichiarato di Google è vederlo preinstallato sui computer del 2009, cosa che non sarà possibile senza il rilascio di una versione 1.0.

A ridimensionare le speranze di Mountain View - nonché quelle degli entusiasti di Chrome - ci sono poi le prove condotte da uTest alle quali sono stati sottoposti Chrome stesso, Firefox 3.1 beta 1 e Internet Explorer 8 beta 2.

Per otto giorni 1.300 volontari (per la maggior parte software tester di professione) hanno esaminato i tre browser a caccia di bug irrisolti e, pur non avendo scovato serie falle di sicurezza, hanno trovato diverse centinaia di piccoli problemi.

La maggioranza dei bug riguarda l'interfaccia utente, l'usabilità generale e le funzionalità. Dai test, quello uscito meglio è stato Internet Explorer, con soli 168 bug; secondo è arrivato Firefox, con 207 bug, e per ultimo è giunto Chrome, nel quale sono stati scoperti 297 bug.

Dal punto di vista dell'usabilità complessiva, invece, Firefox ha dominato incontrastato; Chrome l'ha seguito a una certa distanza e, per ultimo, si è piazzato IE.

Il risultato, in realtà, non dovrebbe sorprendere troppo: fin dalla sua apparizione Chrome ha dovuto affrontare questioni di incompatibilità, pur migliorando costantemente di versione in versione. Prima di poter essere rilasciato come "stabile", tuttavia, gli sviluppatori dovranno accertarsi che gli utenti non debbano pentirsi di averlo installato.

Aggiornamento

Anticipando i tempi, Google ha annunciato oggi di aver rimosso l'etichetta "Beta" e di aver raggiunto "i livelli di stabilità, velocità e sicurezza prefissati".

I cambiamenti riguardano la stabilità (sarebero risolti i problemi con i plugin per i video), la velocità (il motore JavaScript "V8" sarebbe circa 50% più veloce rispetto alla prima versione) e la privacy: tutti i controlli relativi alla privacy sono facilmente accessibili in un unico posto.

Le prossime versioni introdurranno nuove funzioni: un framework per le estensioni, la funzione di compilazione automatica, supporto dei feed RSS e una versione per Mac e Linux.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Stai installando un'applicazione. Cosa fai quanto compare il contratto di licenza?
Lo leggo attentamente e poi faccio click su “Accetto”
Do un sguardo al testo e poi accetto
Dipende dall'applicazione. A volte leggo il contratto di licenza
Non leggo mai il contratto di licenza. È davvero indispensabile?
Leggo il contratto di licenza dopo aver installato l'applicazione

Mostra i risultati (1236 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics