Psystar avanza dubbi sul copyright di Mac Os

Secondo l'azienda, Apple ha dimenticato di registrare il copyright su Leopard e pertanto non ha alcun diritto di vietarne la distribuzione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-12-2008]

Psystar Apple dimentica copyright Leopard Os X 10.

La battaglia è stata persa, ma la guerra continua: Apple non potrà essere accusata di monopolio nel mercato dei Pc ma, secondo Psystar, ha commesso un errore che le sarà fatale.

Secondo la società che produce e vende i cloni dei Macintosh, a Cupertino si sarebbero dimenticati di registrare Mac Os X 10.5 presso il Copyright Office degli Stati Uniti. Non avrebbero quindi le basi legali per imporre a Psystar di cessare la distribuzione di Mac Os su hardware generico.

Se queste affermazioni venissero provate, potenzialmente si aprirebbe una strada pericolosa per Apple: chiunque potrebbe cominciare a distribuire cloni di Mac con Os X 10.5 senza che l'azienda che l'ha prodotto possa dire alcunché.

Commenti

Per difendere la propria esclusiva, alla Casa della Mela resterebbe solo un modo, anch'esso sotto accusa da parte di Psystar. All'interno di Leopard ci sarebbe del codice non documentato che impedirebbe l'avvio del sistema operativo se installato su hardware non approvato da Apple.

Per Psystar questa è una prova sufficiente per accusare Apple di monopolio illegale nel mercato dei computer Macintosh.

Si attende ora la contromossa di Apple, che certamente non trascurerà di sottoporre Snow Leopard (Os X 10.6) al vaglio del Copyright Office.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qui sotto trovi in ordine alfabetico i 20 marchi pių pregiati nel 2014, secondo la celebre classifica compilata da Millward Brown. Secondo te qual č il pių pregiato? Confronta poi il tuo voto con questo link.
Amazon
Apple
AT&T
China Mobile
Coca-Cola
GE
Google
IBM
Industrial and Commercial Bank of China
McDonald's
Marlboro
Mastercard
Microsoft
SAP
Tencent
UPS
Verizon
Visa
Vodafone
Wells Fargo

Mostra i risultati (2377 voti)
Gennaio 2021
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Tutti gli Arretrati


web metrics