Il capolinea degli schermi al plasma

Una rivoluzione tecnologica durata poco meno di una decina d'anni è sconfitta dalla necessaria riduzione degli inquinanti e dei consumi energetici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-02-2009]

phil

Schermo ultrapiatto, immagini più reali delle realtà: così Philips presentava pochi anni fa il suo top di gamma 50Pf 9965, dal peso e dai costi spropositati soprattutto per una tecnologia emergente: spessore 11 cm, 14 mila euro per 46 chilogrammi di peso, cioè poco meno di 600.000 al chilo delle vecchie lire.

Eppure a distanza di pochissimi anni, chi ha acquistato gli schermi al plasma, magari perché innamorato dell'home theater o perché convinto di aver fatto un ottimo investimento in tecnologia, probabilmente dovrà restare amaramente deluso.

Infatti secondo la Commissione Europea varerà, già dalla prossima primavera, un apposito regolamento tendente a definire gli standard di consumo per gli schermi al plasma, che a parità di superficie oggi sono penalizzati da un fabbisogno energetico maggiore da due a tre volte circa rispetto ai concorrenti schermi LCD e a tubo catodico.

D'altra parte la Commissione è mossa anche da motivazioni ambientali; pare infatti che gli schermi al plasma cedano all'ambiente una quantità di CO2 circa quadrupla rispetto ai modelli tradizionali a cinescopio.

Probabilmente la futura messa al bando sortirà un effetto positivo nel senso che verrà incrementata la ricerca nel settore specifico; d'altra parte non può essere taciuto l'aspetto negativo di una scelta forse non più rinviabile, come dimostra la presa di posizione del primo ministro inglese.

Gordon Brown infatti ha già deciso per l'eliminazione degli schermi al plasma dai listini, anche se al costo di comprensibili ripercussioni sull'occupazione in momenti così difficili dal punto di vista economico generale; scelta che probabilmente si rivelerà ardua se non impossibile in casa nostra, dove il premier è anche di fatto il proprietario di affermati network TV nonché distributore di elettronica di consumo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Samsung, addio alle TV al plasma

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

A prescindere dalla scelta consumo si/consumo no che è soltanto una questione di sensibilità ecologica e di...portafaglio, mi sembra che la frase "..... vogliono vedere un film come si deve per poche ore alla settimana su uno schermo al Plasma, invece di rincoglionirsi dalla mattina alla sera davanti alla TV LCD".... sia una... Leggi tutto
8-2-2009 11:22

Perché non sono forse, in tutto e per tutto, degli eletrodomestici? Leggi tutto
8-2-2009 10:36

Che io sappia, la maggior produzione di CO2 dovrebbe derivare dal consumo di energia necessario al loro funzionamento: semplicemente, il processo di illuminazione del pannello (fosfori invece di cristalli liquidi) è più esoso. :wink:
8-2-2009 01:08

comprendo e posso anche condividere l'idea di assegnare delle classi di consumo ai vari modelli di TV, ma suppongo che i produttori saranno comunque disincentivati a produrre i modelli più inquinanti -cosa che condivido ancora di più: non credo che mio figlio mi ringrazierà se gli faccio vedere Winnie Pooh o Spiderman ad alta risoluzione... Leggi tutto
7-2-2009 14:00

... Vero, nel prezzo di quello che consumiamo non e' compreso il costo di riparare i danni che la produzione provoca. Ma se fosse davvero questa la molla che spinge il governo ad agire (o qualunque sia l'ente o il ministero responsabile), i televisori dovrebbero essere verso il fondo della lista. Il consumo di un televisore puo' essere... Leggi tutto
6-2-2009 00:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai installato l'app Immuni per il tracciamento del Coronavirus?
Sì ma l'ho disinstallata
No
No ma lo farò al più presto

Mostra i risultati (1609 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics