Il punto sul telelavoro in Italia

Per conoscere meglio la realtà del Telelavoro in Italia si può consultare, gratuitamente, il "Manuale di best practice del Telelavoro" di Cinzia Ciacia e Patrizio Di Nicola.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-11-2001]

Conoscere meglio la realtà del Telelavoro in Italia e in Europa: le sue forme, le sue dinamiche, i suoi aspetti quantitativi e i casi più significativi nel nostro Paese: oggi questo è alla portata di tutti grazie al "Manuale sulle best practice del telelavoro" di Cinzia Ciacia e Patrizio Di Nicola.

Il manuale, realizzato dalla SIT (Società Italiana Telelavoro), è consultabile gratuitamente in formato Pdf. Viene fatto il punto sulla diffusione dell'e-work in Italia e in Europa e vengono presentati 10 casi eccellenti di realizzazione di progetti di Telelavoro nel nostro Paese.

La Società Italiana Telelavoro è stata fondata dal noto sociologo Domenico De Masi, il teorico della "civiltà del tempo libero" (un altro suo libro recente che ha riscosso un buon successo di pubblico è stato "Elogio dell'ozio"). De Masi è sostenitore della valenza rivoluzionaria del telelavoro che le burocrazie aziendali, timorose della perdita di potere e di status che ne conseguirebbe, continuano a ostacolare.

Nel sito della Sit è possibile, tra l'altro, accedere a una ricchissima documentazione sul Telelavoro: dalle ricerche sociologiche alla legislazione in Italia e nel mondo, alle esperienze contrattuali. E' possibile conoscere le attività di ricerca e seminariali della SIT, che ha fra i suoi soci Università, istituti di ricerca, nonché le maggiori imprese italiane di Tlc e dei servizi. Ci si può registrare alla newsletter del sito (che è rivolta anche ai non soci); sono presenti i link italiani e stranieri più importanti sull'argomento; si può rispondere a un questionario sul Telelavoro, differenziato per telelavoratori e non-telelavoratori, i cui risultati saranno presentati sul sito stesso.

Il "Manuale sulle best practice del telelavoro" ha come capitoli principali, oltre a un'introduzione di De Masi: "Il Telelavoro e le sue forme", "I vantaggi e i problemi", "Il Telelavoro in Italia", "I Trend" e infine 10 casi eccellenti.

Secondo gli autori del manuale, mentre nel 1994 i telelavoratori in Italia rappresentavano lo 0,5% della forza-lavoro in Italia, oggi hanno raggiunto il 3,6%, pari a circa 720.000 telelavoratori in Italia. Di questi, 315.000 lavorano a casa 1 o 2 giorni alla settimana; 90.000 sono lavoratori autonomi che hanno l'ufficio in casa; 270.000 sono lavoratori mobili e 135.000 telelavorano da casa qualche giorno al mese.

Abbiamo così presenti le categorie in cui è più diffuso il telelavoro: operatori di call center dipendenti da grandi imprese, ma anche progettisti, consulenti, softwaristi e uomini del Web che lavorano autonomamente; poi ci sono i tantissimi venditori e i tecnici della manutenzione, che tengono i rapporti con la sede centrale dell'azienda attraverso Pc portatili. Questa a oggi è la forma più diffusa di Telelavoro in Italia, come aveva documentato una ricerca della Fondazione IBM qualche anno fa.

Tra i 10 "casi eccellenti" abbiamo quindi i 500 telelavoratori del servizio Info12 di Telecom Italia che rispondono ai clienti da casa, ma anche i traduttori di Logos. Abbiamo poi il caso del primo Glocal Village italiano, che sta sorgendo a Alteretto, un paesino in Val di Susa (TO), che ha sofferto come tanti di spopolamento ed emarginazione. Alteretto è stato cablato, poi dotato di un server unico per la posta elettronica, diventando così un luogo ideale per imprese e famiglie che vogliono lavorare ed essere connesse, con tutti i vantaggi della tecnologia, senza gli svantaggi della metropoli.

Vi è poi il caso della società informatica Dimensione EDP S.r.l. di Casale Monferrato che, attraverso il proprio sito permette a qualsiasi programmatore di registrarsi e di partecipare alla realizzazione di un prodotto informatico, conoscendo a che punto è il suo sviluppo e - naturalmente - l'ammontare del compenso. Sono presentati anche i casi di Telelavoro presso enti pubblici, come la Regione Lombardia e il Comune di Napoli. Abbiamo quindi una panoramica completa dei tipi di telelavoro, da quello dove la dipendenza è fortissima, a quello che esalta le caratteristiche di libertà e autodeterminazione di molti nuovi lavori.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
La legge sullo smart working? È un bluff
Vodafone lancia lo smart working per 3.100 dipendenti
Destinazione Italia incentiva telelavoro, Telecom in prima linea

Commenti all'articolo (1)

Cristian
ho bisogno di aiuto Leggi tutto
20-7-2004 14:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quando cerchi un brano musicale, o un intero Cd, cosa fai pi spesso?
Scarico il brano o il Cd su iTunes: costa poco ed legale.
Scarico l'Mp3 con Torrent o eMule o altro servizio simile.
Ascolto la canzone in streaming (per esempio su Youtube), anche se non posso scaricare l'Mp3.
Vado nel mio negozio di dischi o maxistore preferito.
Altro.

Mostra i risultati (3584 voti)
Maggio 2022
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Localizzazione al chiuso grazie al 5G
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Una storia di phishing bancario diversa dal solito: il ladro beffato
Aprile 2022
Una dura lezione dall'Internet delle Cose
Bug nell'app Messaggi, e la batteria si scarica in fretta
Gli USA ottengono l'estradizione di Assange
L'utility che ripulisce Windows 11 è in realtà un trojan
Hacker cinesi sfruttano VLC per diffondere malware
Quando l'intelligenza artificiale bara: l'aneddoto degli husky scambiati per lupi
Che si fa con Telegram? È russo
Lapsus$, arrestati due hacker: sono adolescenti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 21 maggio


web metrics