Il numero verde per segnalare gli abusi dei gestori

Gli utenti possono denunciare i disservizi dei gestori telefonici e degli Internet provider.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-03-2009]

Bollette telefoniche pazze che il proprio gestore rifiuta di discutere, servizi mai richiesti e comunque addebitati, guasti mai riparati nonostante ripetuti solleciti, essere passati a un altro gestore senza mai averlo richiesto, ritrovarsi un cordless a casa mai senza averlo mai ordinato... sono alcuni degli inconvenienti che si potranno denunciare al numero verde messo a disposizione dall'Authority delle Comunicazioni.

Se i vari 187 di Telecom, 192192 di Tele2, 155 di Wind, 190 di Vodafone non ne vogliono sapere niente di prendersi le proprie responsabilità, l'utente ha disposizione un numero verde per segnalare gli abusi all'Autorità Garante per le Comunicazioni (Agcom).

Il numero (gratuito da telefono fisso) è 800.18.50.60 e risponde dalle 10 alle 14 dal lunedì al venerdì. Per chi chiama con il telefonino c'è (a pagamento) il numero 081.750.750.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

Il numero verde dell'Authority delle comunicazioni Leggi tutto
23-3-2009 10:37

Ma poi servira veramente a qualcosa segnalare gli abusi in massa, se non ad ingolfare di pratiche le autoritÓ?
20-3-2009 19:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una ricerca dell'UniversitÓ di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
╚ corretto. Far˛ meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1227 voti)
Settembre 2020
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Il chip nel cervello di Elon Musk
Tutti gli Arretrati


web metrics