Arrestati teenager solo per prelevare loro il Dna

Secondo un giornale locale, la polizia londinese arresterebbe gli adolescenti problematici al solo scopo di collezionare il loro Dna al fine di prevenire i crimini futuri.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-06-2009]

Teenager arrestati Camden campioni Dna prevenzione

Le autorità della Gran Bretagna sembrano avere una vera e propria passione per la raccolta di campioni del Dna per arricchire il database nazionale.

Secondo l'Hampstead and Highgate Express, i poliziotti di Camden, nel nord di Londra, danno il proprio contributo arrestando anche i minorenni innocenti (o quasi), al solo scopo di collezionare i loro profili genetici.

L'accusa - molto seria - si basa sulle rivelazioni che un agente della polizia di Camden avrebbe fatto direttamente all'Ham&High, come familiarmente il giornale locale si fa chiamare.

Il piano sarebbe semplicissimo: individuare i teenager "sospetti", la cui condotta fa presumere una futura vita all'insegna del crimine, e tenerli d'occhio finché non combinano qualcosa. A quel punto li si può arrestare e prelevare il loro Dna.

"Fa parte di una strategia di prevenzione del crimine a lungo termine. Ci dicono spesso che abbiamo solo una possibilità di raccogliere campioni di Dna e perderla potrebbe significare che, in futuro, uno stupro o un omicidio resteranno irrisolti" avrebbe dichiarato l'agente.

Per evitare che un futuro criminale sfugga alla giustizia, dunque, i solerti poliziotti di Camden starebbero attivamente raccogliendo i mezzi per identificarli fin da subito, quando ancora devono iniziare la propria carriera.

Anzi, "se sai che il tuo Dna è custodito in un database ci penserai due volte prima di darti al crimine per vivere" avrebbe precisato il poliziotto.

Nel 2008 il Dna di 386 minorenni è entrato a far parte del database nazionale; dall'inizio dell'anno sono 169 i teenager con meno di diciotto anni che li hanno raggiunti.

La polizia di Camden ha negato che ci sia una sola parola vera in quanto riportato dall'Ham&High: "Non c'è nessuna strategia di prevenzione. Sebbene ogni campione di Dna ottenuto in seguito a un arresto possa portare alla soluzione di crimini più seri, non cerchiamo attivamente di ottenere Dna a questo scopo".

"Non arrestiamo gli adolescenti soltanto per avere campioni del loro Dna" ha concluso la portavoce della polizia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Qui la gente ha solo fatto notare che c'è la possibilità che usino in modo non legittimo questi dati. Inoltre anche con i controlli il culo a 10000 possono fartelo saltare! L'Inghilterra vive un periodo in cui bande di ragazzini si rovinano a vicenda e anche i crimini verso "i normali" da parte di questi aumentano. Tenuto... Leggi tutto
11-6-2009 00:33

Visti i tempi e gli atti di terrorismo sempre in agguato, ben vengano i controlli. Del resto il prelievo del DNA - contrariamente a quanto comunemente si pensa - non è pratica invasiva: basta il prelievo di un capello o della saliva!
10-6-2009 15:01

ok ok, niente + controlli o altro. Se vi fanno saltare il culo a 10.000 m. sopra l'oceano forse, prima di toccare l'acqua, avrete modo di consolarvi che comunque grazie, ai mancati controlli (tutti e di qualsiasi tipo), avete salvato la vostra privacy. Tanto io non ho mai usato e non userò mai un aereo..... Auguri ! Ciao
10-6-2009 14:50

Ho sempre pensato e sostenuto che la prassi, in USA, di circoncidere tutti i neonati servisse per la raccolta di DNA, anche se quando hanno iniziato, la gente comune neanche sapeva che esiste il DNA. Ma il "pezzetto di pelle" si può congelare, per utilizzi futuri.... Non credo al complotto globale, ma in ogni caso tengo gli... Leggi tutto
10-6-2009 14:01

pur avendo letto solo + o - i titoli velocemente, io sono stanca che in nome della privacy, per proteggere qlk mafioso, truffaldino, porco e co. ci debba rimettere il cittadino. vedi legge intercettazioni telefoniche ecc. ecc. ... qui è diverso, si esagera... ma in linea di massima che mi ascoltino che mi filmino che usino il mio dna per... Leggi tutto
10-6-2009 13:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3933 voti)
Gennaio 2022
Iliad smentisce le voci di fusione e lancia la fibra
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 gennaio


web metrics