Wikimedia Italia citata per 20 milioni per diffamazione

L'organizzazione deve affrontare una causa civile intentata da un deputato del PdL.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-09-2009]

Wikimedia Italia causa diffamazione 20 milioni

Wikimedia Italia, l'associazione non profit che corrisponde all'americana Wikimedia Foundation, deve affrontare un'accusa di diffamazione: contro di lei Giampaolo e Antonio Angelucci (parlamentare del PdL) hanno intentato una causa civile per 20 milioni di euro.

All'origine della causa vi è la pagina dedicata ad Antonio Angelucci (ora oscurata) che, secondo l'accusa, avrebbe contenuto "affermazioni false e lesive dell'onore".

Come quasi tutti sanno, una delle caratteristiche principali di Wikipedia è che chiunque ha la possibilità di modificare gli articoli (almeno per il momento); Wikimedia Italia non ha alcun controllo sui contenuti dell'enciclopedia, né è proprietaria dei server o del dominio wikipedia.org.

È l'associazione stessa a ricordare che "Wikimedia Italia non gestisce Wikipedia" e anzi si paragona a una sorta di "associazione di amici del mueso civico": non hanno alcun diritto o dovere in più rispetto agli altri utenti che contribuiscono all'enciclopedia, la cui gestione resta invece nelle mani di Wikimedia Foundation.

Lascia anche un po' perplessi, oltre all'entità della causa (ben 20 milioni), il fatto che non sia stata avanzata una semplice richiesta di rimozione delle informazioni ritenute diffamatorie prima di adire le vie legali.

La situazione si complica anche perché il foro competente sarebbe quello di San Francisco, negli Stati Uniti, per via dell'accordo tra Wikimedia Italia e Wikimedia Foundation.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 19)

Ciao Vandirac e benvenuto, :ciao: Se volessi gentilmente caricare il file su WikiSend[/url] come [url=http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?t=24007]indicato qui e inviarmi via [img:1eef082e92]http://forum.zeusnews.com/templates/subSilver/images/lang_italian/icon_pm.gif[/img:1eef082e92] i links che ti vengono assegnati, avrei piacere... Leggi tutto
17-9-2009 19:45

Che figura di Nutella che ci facciamo. Immagino le facce dei componenti del Tribunale di S. Francisco. E chi le pagherà le spese processuali? Scommettiamo???? Magari sotto la voce: "Spese di rappresentanza legale per il Parlamento" o una cosa così... Si accettano scommesse, sì'ori e sì'ore. Il buon Mike Bongiorno avrebbe... Leggi tutto
17-9-2009 18:40

Wikimedia Italia citata per 20 milioni per diffamazione Leggi tutto
17-9-2009 17:42

Resta il fatto che in italia una azione giudiziaria "temeraria" cioè non fondata su valide ragione dovrebbe portare ad una rivalsa nel confronti dell'attore per la sua azione giudiziaria priva di fondamento, ma in questo strano paese certo cose non vanno come prescrive la legge. In sede di udienza preliminare il GIP dovrebbe... Leggi tutto
16-9-2009 21:52

{carlo}
Per la prima volta ho letto tutti i commenti. E sono rimasto annichilito:- c'é chi insulta... e sarebbe ora di responsabilizzare gli autori degli insulti e chi li ospita (non solo su internet: per quanto mi riguarda,la regola dovrebbe valere anche allo stadio)- c'é chi non ha bisogno dei giudici, perché sa già tutto: a sentir... Leggi tutto
16-9-2009 17:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dicono che il software è la parte del computer contro la quale è possibile solo imprecare, l'hardware è quella che si può anche prendere a calci. Quale hai preso a calci più frequentemente?
Case e alimentatore
Scheda madre
Processore o CPU
Schede video e audio
Hard disk
Lettori Cd / Dvd
Monitor
Stampanti e scanner
Tastiera e mouse

Mostra i risultati (1133 voti)
Aprile 2018
La versione snella di Windows 10, senza sfondi né app superflue
Giornalista accusa: lavorare da Amazon è come essere in prigione
Scoperto per caso l'enzima che divora la plastica in un lampo
Gmail, arrivano le email che si autodistruggono
Windows 10, un bug blocca il rilascio dello Spring Creators Update
Zuckerberg al Congresso: sì, raccogliamo dati anche su chi non è iscritto a Facebook
Zuckerberg ammette: ''Leggiamo tutti i messaggi privati postati su Facebook''
Cloudflare, il Dns è più veloce di quello di Google. E rispetta la privacy
Takeout: come scaricare una copia di quello che Google sa di noi
Marzo 2018
Falla Meltdown mina la sicurezza di Windows 7: il rimedio è peggiore del male
Windows Defender fa piazza pulita della concorrenza
Apple prepara l'iPhone pieghevole per il 2020
Windows 10, in arrivo lo Spring Creators Update
Dopo lo scandalo tutti vogliono cancellarsi da Facebook. Vi spieghiamo come si fa
La scatola nera usata dall'Fbi per sbloccare gli iPhone è in vendita online
Tutti gli Arretrati


web metrics