Per l'ambiente, un cane è peggio di un Suv

Un gatto ha la stessa impronta ecologica di una Golf e nemmeno i criceti si salvano: per uno stile di vita ecologico bisogna fare a meno degli animali domestici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-11-2009]

Cane impronta ecologica Suv Robert Brenda Vale

Cani, gatti e animali domestici in genere: sono loro il vero problema per chi vuole adottare uno stile di vita ecocompatibile. Non basta liberarsi del Suv che beve come una spugna o mettere al bando le lampadine a incandescenza: è anche indispensabile eliminare il cane.

A sostenerlo è una ricerca condotta da Robert e Brenda Vale, due architetti della Victoria University di Wellington, in Nuova Zelanda, specializzati in vita sostenibile.

I Vale hanno calcolato che una cane di taglia media consuma in un anno, se lo si nutre seguendo le dosi consigliate, 164 chilogrammi di carne e 95 chilogrammi di cereali. Tutto ciò si traduce in un'impronta ecologica pari a 0,84 ettari, che diventano 1,1 se il cane è di taglia maggiore, come un pastore tedesco.

Per fare un confronto, un Toyota Land Cruiser che percorra soltanto 10.000 chilometri l'anno ha un'impronta ecologica di 0,41 ettari. In pratica, un cane è peggio di due Suv.

I cani non sono gli unici a essere stati giudicati e condannati dai Vale: un gatto ha un'impronta ecologica paragonabile a quella di una Golf (0,15 ettari), un criceto è paragonabile a un televisore al plasma e un pesce rosso è l'equivalente animale di due telefoni cellulari.

Robert e Brenda Vale hanno anche scritto un libro per mettere in guardia il mondo sulla pericolosità, per l'ecologia, di pressoché ogni animale da compagnia (ma, in generale, di ogni scelta che si compie e sulle conseguenze che questa produce sull'ambiente): si intitola "Time to Eat the Dog? The Real Guide to Sustainable Living", ossia "È ora di mangiare il cane? La vera guida a uno stile di vita sostenibile".

Tra i consigli che gli autori dispensano per coloro che non sanno fare a meno di un animale domestico c'è il dog sharing: condividere un cane (o un gatto, o un criceto) tra più padroni permette di ridurre il pessimo impatto sull'ambiente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 30)

Solo mar.ste a centrato il problema vero, mentre Gateo ci andato solo vicino, ovvero il problema non sono gli animali in se e per se, come improvvidamente i due geni mancati della architettura neozelandese sembrano evocare, ma l'industria commerciale e consumistica che ruota attorno al mondo degli animali domestici e che si ingegna... Leggi tutto
9-11-2009 21:16

Non sarebbe la prima volta che ricercatori ecologisti si convertono davanti agli assegni ben nutriti o che le parole vengono stravolte da sapienti comunicatori che contano sul fatto che nessuno legger la loro ricerca. :wink: :twisted: Ciao Leggi tutto
8-11-2009 00:34

Sono pienamente d'accordo con te! Che ritornino alle Elementari! Ciao Leggi tutto
8-11-2009 00:17

{Luigi Rubei}
La madre dei cretini sempre incinta Leggi tutto
7-11-2009 18:24

{paolo del bene}
ho sempre avuto i cani ed hanno mangiato solo quanto realmente gli si deve dare, cos come i migliori veterinari sostengono. ne ho avuti 4ed il loro letame non hai mai occupato superfici gigantesche, anzi... i criceti li ho avuti da ragazzino e sostengo che siano gliu animali pi puliti. il gatto non mi mai piaciuto, ma c' un gatto... Leggi tutto
5-11-2009 04:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai una carta fedelt o di raccolta punti?
Ebbene s, ne ho diverse. E non ci trovo niente di male.
Mi sono lasciato infinocchiare. Ne ho qualcuna e mi vergogno un po'.
Lungi da me!

Mostra i risultati (2529 voti)
Luglio 2021
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli indizi che puntano a Windows 11
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 luglio


web metrics