Telecom, nessuna collaborazione per la rete in fibra ottica

L'ex monopolista respinge la proposta di Fastweb, Vodafone e Wind. Il viceministro Romani convoca un tavolo di lavoro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-05-2010]

Telecom fibra ottica NGN Romani condominio

La situazione italiana della banda larga assomiglia sempre più a un patchwork: alcune aree dispongono di infrastrutture adeguate - quando non addirittura di connessioni in fibra ottica - mentre la maggior parte del Paese, specialmente al sud, ancora arranca su un doppino di rame non adeguato alle necessità e ai desideri degli utenti.

Per questo motivo era stato varato il famoso piano da 800 milioni per la creazione di una vere rete per la banda larga (la cosiddetta NGN, Next Generation Network) e sempre per questo il viceministro per le Comunicazioni Paolo Romani, ha convocato gli operatori telefonici intorno a un tavolo per discutere della faccenda.

L'obiettivo è "cominciare a capire se si può fare un progetto insieme", come ha spiegato il viceministro, che tra i soggetti conta i tre operatori intenzionati a creare una rete alternativa a quella di Telecom (Fastweb, Wind e Vodafone) oltre a Telecom Italia stessa e a 3 Italia.

L'ex monopolista ha già rifiutato di diventare partner dei tre concorrenti nel loro progetto, e ora mette dei paletti piuttosto severi alla proposta di Romani.

L'idea di quest'ultimo è la costruzione di una rete in condominio tra i vari operatori che, unendo le forze, potrebbero dotare l'Italia di una rete moderna in fibra ottica.

Il primo ostacolo a questo progetto è tuttavia costituito proprio da Telecom, proprietaria della rete attuale, che, se da un lato dichiara a parole di essere pronta a collaborare per l'ammodernamento della rete (sempre che il progetto si confaccia ai suoi piani), dall'altro sottolinea con sarcasmo per bocca del proprio amministratore delegato come "nei condomini si finisce per litigare".

Secondo Oscar Cicchetti, responsabile delle strategie business dell'azienda, il no ha una motivazione prettamente tecnica: "Mi sembra che l'architettura proposta sia di una rete punto a punto", ha spiegato Cicchetti, "che costa dal 50% al 100% in più rispetto a quella multi punto".

La collaborazione tra operatori - specialmente per via della posizione dell'ex monopolista, che sembra voler mantenere tutto il vantaggio che le dà l'essere l'unica proprietaria della rete - non pare quindi un obiettivo di facile realizzazione; e la prospettiva di avere una rete adeguata alle esigenze in tempi accettabili si allontana sempre di più.

C'è ancora tuttavia una speranza: l'Unione Europea sta vagliando la proposta del Commissario Neelie Kroes che, tra le proprie conseguenze, prevederebbe una accomandazione a Telecom perché renda disponibile la propria rete per uno sviluppo rapido di una rete di nuova generazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

telecomo si rifiuta di collaborare per i costi della fibra. Leggi tutto
23-5-2010 12:43

╚ una vergogna che Telecom per mero profitto voglia lasciare un altra volta indietro l'Italia. Pi¨ che disdettare tutti i contratti con Telecom (per chi c'Ŕ l'ha)al momento non credo si possa fare altro,certo se non interviene il governo per il paese sarÓ un nuovo passo indietro. P.S. Se Telecom non vuole consorziarsi che presenti... Leggi tutto
18-5-2010 11:15

Io invece con Telecom mi sono trovato veramente male: bollette elevate con un calcolo delle ore come pareva, strafottenza, ecc... Con Fastweb ho aderito nel 2004 e non ci sono mai stati problemi: tecnici rapidi, linea costante e se tenti di disdire ti contattamo immediatamente con offerte per il rientro Non ho avuto esperienze con altri... Leggi tutto
18-5-2010 10:47

dopo le esperienze (traumatiche) che ho avuto con i gestori "concorrenti" a telecom Italia sull'ADSL spero, mio malgrado (solo un fautore della concorrenza), che Telecom non partecipi a consorzi con queste carrette che sperano solo di attingere alla "mangiatoia" pubblica. Altrimenti stiamo freschi... non ci sarÓ pi¨... Leggi tutto
18-5-2010 10:14

{Lucio}
La domanda principale è «Da dove partirà?&ra Leggi tutto
18-5-2010 08:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i principali ostacoli che ti frenano nell'acquisto di prodotti per una smart home?
Non ne capisco molto di prodotti per la domotica.
Semplicemente non sono interessato a comprare prodotti per la domotica.
Non vedo molti benefici dai prodotti per la domotica.
I prodotti per la domotica sono troppo costosi.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica in negozio.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica online.

Mostra i risultati (1068 voti)
Giugno 2021
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli indizi che puntano a Windows 11
Gli hard disk al grafene sono 10 volte più capienti
Microsoft nasconde la fotocamera sotto lo schermo che forma il logo di Windows
Il nuovo Windows 10 si svela a fine mese
Nuova tecnica contro il ransomware: ingannare il sistema di pagamento
Maggio 2021
Malvivente condannato grazie a una foto delle dita pubblicata online
Annunciata la prossima generazione di Windows
Guidi male? Forse è un primo segno di demenza
Scarsità di chip, televisori più cari del 30%
Android 12: veloce, attento alla privacy e personalizzabile
Nella Tesla schiantatasi con “nessuno” al volante c’era qualcuno al volante
WhatsApp, funzionalità ridotte se non si vogliono regalare i dati a Facebook
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 giugno


web metrics