In prova: Axis M1103 (2)

IL TEST DI ZEUS - Formato video a scelta tra Motion Jpeg e H.264. Supporto a QoS per un'uso della banda sempre efficiente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-06-2010]

Telecamera videosorveglianza Axis M1103

La M1103 supporta una risoluzione di base di 800x600 pixel (Svga); scegliendola occorre tuttavia rinunciare alle funzionalità di PTZ digitale.

PTZ sta per Pan, Tilt e Zoom, ossia per la possibilità di ritagliare parti dell'immagine (a sinistra o a destra, in alto o in basso, ingrandendo) per vedere una specifica area. Per abilitare questa funzione occorre scendere ad almeno 640x480 pixel o a una delle risoluzioni inferiori supportate (fino a un minimo di 160x90 pixel).

Il video può essere trasmesso in due formati, Motion Jpeg oppure H.264, e la telecamera è in grado di gestire più flussi video contemporaneamente, configurabili singolarmente; in entrambi i casi il framerate arriva a 30 fps.

L'immagine è chiara e di buona qualità, grazie anche all'adozione della scansione progressiva in luogo di quella interlacciata.

La scelta di H.264 permette di decidere tra più impostazioni predefinite per ottimizzare il consumo di banda: per esempio se si sta accedendo da un cellulare si potrà richiedere un video di dimensioni più ridotte. Il supporto a questo formato sul Pc richiede tuttavia l'installazione del codec apposito, per il quale viene fornita una licenza di installazione valida per un computer.

Il pulsante per l'installazione del codec - se si è scelto il formato H.264 - appare usando Internet Explorer come browser, al quale il video è trasmesso sfruttando un controllo ActiveX.

Se si usa un browser alternativo la soluzione di default è invece un server push, ma è sempre possibile preferire un'applet Java, l'uso di QuickTime o l'invio di un'immagine statica da aggiornare manualmente tramite un apposito pulsante.


Clicca per ingrandire

L'accesso alle immagini trasmesse può essere limitato ai soli utenti abilitati oppure reso pubblico; la telecamera supporta anche la connessione sicura via browser tramite il protocollo Https, ed è possibile anche filtrare gli indirizzi IP indesiderati.

La visualizzazione non deve avvenire obbligatoriamente tramite browser: è infatti integrato un server Rtps che permette di visualizzare lo streaming video con un semplice lettore multimediale, fornendo l'indirizzo Ip e, se necessario, nome utente e password.

Bisogna poi ricordare che, per garantire un uso sempre adeguato della banda disponibile ed evitare disservizi, la telecamera supporta politiche di Quality of Service (QoS).

Particolarmente interessante è la possibilità di definire degli eventi e delle azioni da intraprendere nel caso in cui si verifichino. Per esempio la M1103 può agire quale sensore di movimento, avvisando chi di dovere via email, inviando una notifica Http o Tcp, o salvando il flusso video.

Ancora, è possibile farsi avvisare tramite un'email (o un segnale su una porta predefinita o ancora il sistema di notifiche dei messaggi) se la telecamera rileva una manomissione, per esempio se il sensore rileva di essere stato oscurato per un periodo di tempo superiore a un valore da impostare a piacere.

Le azioni possono anche essere programmate indicando giorno e ora in cui verificarsi, e tutta l'attività è registrata su file di log che possono essere comodamente consultati dall'interfaccia Web.

L'articolo continua...

1 - In prova: Axis M1103
2 - Formati video e gestione della banda
3 - Videosorveglianza e considerazioni finali

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale tra queste donne andrebbe ricordata maggiormente per le sue scoperte?
Elizabeth Blackwell (fu pioniera nella medicina)
Rachel Carson (lanciò il movimento ambientalista contro i fitofarmaci)
Marie Curie (studiò le radiazioni)
Rosalind Franklin (contribuì alla scoperta del DNA)
Jane Goodall (studiò la vita sociale degli scimpanzé)
Ipazia (astronoma e matematica della Grecia antica)
Ada Lovelace (fu la prima programmatrice di computer)
Barbara McClintock (scoprì l'esistenza dei trasposoni)
Maria Mitchell (scoprì la cometa di Mitchell)
Lise Meitner (elaborò la teoria della fissione nucleare)

Mostra i risultati (1848 voti)
Dicembre 2022
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics